svimez

Svimez: al Sud Pil sotto zero e spettro recessione

Torna ad aleggiare sull’economia del Sud lo spettro della recessione con il divario con il Centro-Nord che aumenta e l’emorragia di abitanti che mette a rischio spopolamento i centri piu’ piccoli. E’ quanto emerge dal rapporto della Svimez sul Mezzogiorno. – PIL SOTTO ZERO E AUMENTA DIVARIO TRA SUD E CENTRO-NORD Torna ad allargasi il

Rapporto 2018, Svimez: allarme povertà sanitaria al Sud

In base alle previsioni elaborate dalla Svimez, nel 2018, il PIL del Centro-Nord dovrebbe crescere dell’1,4%, in misura maggiore di quello delle regioni del Sud +1%. I consumi totali interni pesano sulla differente dinamica territoriale (+1,2% nel CentroNord e + 0,5% nel Sud), in particolare i consumi della P.A., che segnano +0,5% nel Centro-Nord e

Svimez, Sud nel 2016 cresce più del Nord: Pil +1% contro 0,8%

Il 2016 è stato positivo per il Sud, “il cui Pil è cresciuto dell’1%, più che nel Centro-Nord, dove è stato pari a +0,8%” ma quest’anno il Pil “dovrebbe aumentare dell’1,1% al Sud e dell’1,4 % nel Centro-Nord”, facendo quindi tornare indietro il Mezzogiorno rispetto alle altre zone d’Italia. Lo afferma Svimez nelle anticipazioni del

Allarme Svimez, al Sud rischio desertificazione: via 1,1 mln di persone

“Il Sud e’ sempre piu’ a rischio desertificazione”. L’allarme arriva dal rapporto 2016 dello Svimez, che sottolinea come “negli ultimi venti anni il Sud ha perso 1,113 milioni di unita’, la maggior parte dei quali concentrati nelle fasce d’eta’ produttiva tra 25-29 anni e 30-34 anni, (23 mila unita’)”. A questi, si legge ancora, si

Sud, Svimez: ‘Mezzogiorno reattivo a rilancio investimenti pubblici’

 Nel 2015 l’economia mondiale ha rallentato, ridimensionando le attese sulla ripresa dell’Italia che, pur uscendo dalla recessione dei tre anni precedenti, appare debole nel confronto europeo, ma per il Mezzogiorno è stato un anno positivo, ben oltre le previsioni, che interrompe sette anni di recessione ininterrotta e fa segnare una performance persino superiore al resto