News

Elezioni regionali in Basilicata, corsa a quattro: si vota fino alle 23

Sono stati aperti alle ore 7 i seggi elettorali per le elezioni regionali in Basilicata. Gli elettori chiamati alle urne sono 573.970. Voteranno fino alle 23 per eleggere, oltre al presidente della Regione, i 20 componenti del consiglio regionale: 13 in provincia di Potenza e sette in rappresentanza di quella di Matera. Nel Potentino gli

Italia-Cina, Via della Seta e dintorni: ecco i 19 accordi

 Sono 19 gli accordi istituzionali firmati a Villa Madama tra Italia e Cina. Il pacchetto comprende intese in diversi ambiti, dal fisco alla salute, dall’innovazione alla cultura, fino all’agroalimentare. Di seguito la lista completa: 1) VIA DELLA SETA – Accordo tra il governo italiano e quello cinese in merito a una collaborazione nell’ambito della ‘Via

Papa Francesco: “Giovani siate inquieti, la vita si gioca con passione”

Sono oltre 1300 i pellegrini della diocesi di Padova che questa mattina sono stati ricevuti da Papa Francesco, nell’aula Paolo VI in occasione del Centenario (1919-2019) dell’Istituto vescovile Barbarigo, scuola paritaria della diocesi patavina. Il Papa non ha preparato un vero e proprio discorso, ma ha risposto ad alcune domande dei giovani presenti sul futuro e sulle difficoltà della vita.

Decretone, da riscatto laurea a disabili: ecco cosa prevede

Incassa alla Camera (con 291 si’, 141 no e 14 astenuti) il secondo via libera il decretone che introduce le misure bandiera di M5s e Lega, il reddito di cittadinanza e quota 100 per la pensione anticipata. Il provvedimento, che scade il 29 marzo, torna ora in Senato per l’approvazione definitiva. Tra le novita’ introdotte

Governo: arriva la targa ‘portabile’

 Il governo vuole finalmente chiudere il percorso della portabilità della targa delle automobili, che rimarrà la stessa anche quando si cambia il proprio veicolo. “Una importantissima misura che porterà a breve un risparmio in termini di tempo e denaro per tutti i cittadini”, spiega il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, nel suo intervento in Aula

M5S-Lega sul filo al Senato. Minoranze: non hanno numeri

La maggioranza esce ‘ridimensionata’ dalla due giorni di votazioni su Matteo Salvini e Danilo Toninelli. A Palazzo Madama, infatti, i numeri dei giallo-verdi si sono attestati in entrambe le giornate sotto quota 161, ovvero la maggioranza assoluta, e cio’ potrebbe ripercuotersi sulla tenuta in vista dell’esame di provvedimenti ‘delicati’. Sin dall’inizio dell’avvio del governo Conte

Pd, correnti in fibrillazione: gelo tra Gentiloni e Renzi

L’elezione a segretario di Nicola Zingaretti ha sopito lo scontro tra le correnti, ma il fuoco sembra covare ancora sotto la cenere. Lo si e’ visto non appena e’ sembrato che il neo segretario aprisse a una alleanza con i fuoriusciti dal Pd, da Roberto Speranza a Pierluigi Bersani, per le elezioni Europee. Una pioggia

Da Flat Tax a Congresso famiglie: i fronti caldi M5S-Lega

Sembra proprio che ogni giorno si apra un nuovo fronte polemico nel rapporto tra M5s e Lega. L’ultimo in ordine di tempo e’ quello sulla Flat Tax alle famiglie, che ha visto, per la prima volta, contrapposto il partito di Matteo Salvini e il ministero dell’Economia. Ma, rinviata la decisione finale sul dossier Alta velocita’

Papa: la corruzione e’ piaga lacerante che impoverisce tutti. I politici devono operare sempre con trasparenza e onesta’

La corruzione “e’ una delle piaghe piu’ laceranti del tessuto sociale, perche’ lo danneggia pesantemente sia sul piano etico che su quello economico: con l’illusione di guadagni rapidi e facili, in realta’ impoverisce tutti, togliendo fiducia, trasparenza e affidabilita’ all’intero sistema”. Cosi’ Papa Francesco ricevendo in Udienza i funzionari della Corte dei Conti. “La corruzione – ha

M5S, da Rousseau a territori: via ‘fase ascolto’ riorganizzazione

La discussione parte oggi su Rousseau, nell’area di ascolto che sara’ attiva fino a venerdi’. Poi, lunedi’ prossimo, parola ai parlamentari in un’assemblea congiunta per stilare un documento da discutere in tutte le regioni, ciascuna affidata a due parlamentari. Stara’ a quegli incaricati tirare le somme di ogni singola realta’ locale, per trasferire nuovamente il