social

Tutti i danni dei social: dall’insonnia allo stress

Non solo depressione ma anche altri sintomi di cattiva salute mentale, dall’ansia all’insonnia, a stress cronico e mancanza di autostima e poco sport: sarebbero questi alcuni dei deleteri effetti causati soprattutto nelle ragazze adolescenti dall’uso frequente dei social media. Una ricerca condotta tramite interviste dirette a circa 10.000 teen-ager tra i 13 ed i 16

Mattarella: social insegnano che parole possono distruggere

“Introdurre il lemma nuovo ‘paralimpico’ nella cassetta degli attrezzi del nostro vocabolario e’ molto importante. Ci sono parole che distruggono e parole che costruiscono. Dipende dalla scelta che se ne fa. Basta dare un’occhiata ai social network”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Festival della Cultura Paralimpica, in corso alla Stazione

In vacanza aumenta la dipendenza dai ‘social’ e da ‘internet’! Scopri come liberartene…

Due chiacchiere e un caffè di Angela Pellecchia      Troppo spesso l’utilizzo che facciamo dei social, di internet e delle app, dall’uso travalica in un abuso, e sembriamo dei “drogati” sempre a smanettare! Ma in cosa consiste la dipendenza da internet? Quando preoccuparsi? Come utilizzare internet e i social senza esserne risucchiati? Ecco alcuni consigli pratici…

Studio USA: esperienze negative su social peggiorano depressione

Le esperienze negative sui social network peggiorano i sintomi della depressione. E’ quanto emerge da un’analisi dell’Università di Pittsburgh pubblicata sulla rivista scientifica Depression and Anxiety. Nello studio sono stati coinvolti 1.179 studenti tra i 18 e i 30 anni. Ogni aumento del 10% delle esperienze negative era associato a un aumento del 20% delle

Facebook, scopri cosa rimuoviamo dal social: ecco le linee guida

Facebook svela per la prima volta le linee guida interne in base a cui la società decide quali contenuti pubblicati dagli utenti violano gli standard e vanno perciò rimossi. Dallo spam commerciale all’incitamento all’odio e alla violenza, da nudi e atti sessuali alla violazione della proprietà intellettuale, la compagnia di Mark Zuckerberg ha pubblicato 27

In arrivo controlli sui social per chi vuole visto Usa

Nuova stretta in arrivo sui visti negli Stati Uniti, con l’amministrazione Trump che stavolta si appresta a mettere nel mirino i social media. A chi vuole entrare nel Paese verrà chiesto di consegnare le chiavi di accesso ai propri profili Facebook, Twitter, Google. Le autorità potranno così ricostruire tutta la storia online di una persona

Facebook sotto inchiesta, titoli social in picchiata: accuse al management dell’azienda

Facebook nella bufera. Il titolo crolla a Wall Street per il secondo giorno. Perde più del 5%, travolto dallo scandalo sull’abuso dei dati di milioni di utenti che coinvolge anche la società di consulenza politica Cambridge Analytica. Trascina trutti i social media: Twitter -9,68%, Snapchat -3,6%. Il colosso del web è sotto inchiesta in Gran

Rapporto Agcom su informazione, nel 2017 boom di fake news: spopolano social

 I mezzi di comunicazione si confermano centrali per l’accesso all’informazione e per “maturare orientamenti utili alle scelte politiche”. Ma lo scenario mondiale e’ “caratterizzato dall’emergere di fenomeni patologici come quello delle cosiddette ‘fake news’, e piu’ in generale della dinsinformazione”. E’ il quadro delineato dal Rapporto sul consumo di informazione stilato dall’Autorita’ per le garanzie

Elezioni politiche: parte progetto ong su social per scovare fake news

Un progetto informatico per mappare, monitorare, trovare e analizzare la fonte e la diffusione delle fake news in occasione delle prossime elezioni politiche italiane. Lo ha lanciato la ong Eu Disinfo Lab, con sede a Bruxelles, che in passato ha gia’ passato al setaccio i fake account – circa 50mila bot – attivati su Twitter

Cerimonia inaugurazione dell’ anno giudiziario: allarme social, femminicidi e babygang

Per la prima volta gli studenti di un liceo romano hanno assistito alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario svoltasi nell’Aula Magna della Cassazione – alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha appena nominato senatrice a vita Liliana Segre, sopravissuta al lager – per non dimenticare le vittime della shoah e l’orrore del