euro

Governo: aumenta pressing su Tria. Salvini: andiamo oltre numeri Ue

 “Non c’e’ nessun contrasto con Tria”, premette Luigi Di Maio ma la pressione nei confronti del ministro dell’Economia affinche’ abbandoni la linea dell’eccessiva prudenza sui conti pubblici aumenta ogni giorno di piu’. Del resto fonti di governo sottolineano come il responsabile di via XX settembre abbia il ruolo di mero esecutore del contratto sottoscritto da

Governo, Colle pronto a valutare incarico: blinda Ue-Euro

Presidenza della Repubblica in attesa di conoscere entro domenica l’esito di quest’ultimo tentativo Lega-Cinque stelle. Se le forze politiche, anche attraverso una telefonata, gli garantiranno che un accordo è stato chiuso, Sergio Mattarella è pronto a convocare i leader e i gruppi parlamentari dei partiti che intendono sostenere la maggioranza. Che gli dovranno fornire il nome del

Governo ed euro: duello Grillo-Renzi. Franceschini attacca l’ex premier

Botta e risposta tra Beppe Grillo e  Matteo Renzi. Attacca il primo: ‘Ho proposto un referendum per la zona euro. Voglio che il popolo italiano si esprima. Il popolo è d’accordo? C’è un piano B? Bisogna uscire o no dall’Europa?”, afferma Grillo in un’intervista pubblicata oggi dal nuovo mensile francese ‘Putsch’. Ribatte l’ex premier: “Oggi Grillo torna

Elezioni: mille euro di multa per chi porta il cellulare in cabina

Fino a mille euro di multa per chi porta il cellulare in cabina elettorale. E’ quanto chiarisce il Ministero dell’Interno in vista del voto previsto per domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23, quando oltre 50 milioni di cittadini italiani saranno chiamati alle urne per rinnovare Camera e Senato. “Al fine di assicurare la libertà e segretezza della

M5S, scoppia il ‘caso rimborsopoli’: rischio buco da un milione di euro

Andrea Cecconi e Carlo Martelli sono, probabilmente, la punta di un iceberg. Un iceberg contro cui la campagna del M5s rischia di sbattere a un passo dal rush finale. Il caso “rimborsopoli”, sugli ammanchi nelle restituzioni dei parlamentari, si allarga a macchia d’olio, potrebbe superare il milione di euro e irrompe nella tappa elettorale di

M5S, Luigi Di Maio: “Chi cambia partito paghera’ multa 100 mila euro”

 “Chi dovesse cambiare partito e collocazione dopo essere stato eletto con il nostro Movimento, paghera’ una multa da 100 mila euro. Cosi’ ci pensera’ su un migliaio di volte prima di tradire la fiducia che ha ricevuto”. Cosi’ Luigi Di Maio ad Avellino sui “voltagabbana” che, secondo il candidato premier del M5S, “hanno contribuito in

Falsi incidenti stradali, 20 misure cautelari nel Casertano: milioni euro di rimborsi

 I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno eseguito, nel Casertano, 20 misure cautelari emesse dal GIP presso il Tribunale di Napoli Nord nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla frode assicurativa, alla falsa testimonianza, alla corruzione in atti giudiziari e all’evasione dell’iva. L’indagine ha consentito,

M5S, Luigi Di Maio: “Non è più il momento di uscire dall’euro”

Virata pro-euro e fermezza sulla volonta’ di mettere in campo i candidati esterni per gli uninominali: Luigi Di Maio da’ un’ulteriore impronta alla sua campagna elettorale continuando a smussare le angolature piu’ anti-governiste del M5S e presentando il Movimento come una “forza aperta a chi ha voglia di cambiare il Paese”. E, magari pensando anche