autonomia

Crisi, le misure a rischio: da Autonomia a salario minimo

Sono diversi i provvedimenti all’esame del Parlamento congelati a causa della crisi di governo e che rischiano di non vedere mai la luce. Se si vuole ‘azzardare’ un bilancio interno agli ex alleati gialloverdi, il piatto pende decisamente a sfavore dei 5 stelle. Sono tante, infatti, le norme care a M5s ancora in attesa di

Governo: giorni decisivi su Autonomia

Settimana decisiva per i due dossier cruciali della fase post voto europeo del governo Conte: la procedura di infrazione Ue per deficit eccessivo e le intese con Lombardia, Veneto ed Emilia-romagna sull’autonomia differenziata. Domani e’ convocato un Consiglio dei ministri alle 18 per il via libera alla legge sull’assestamento di bilancio e al piano messo

Autonomia Lombardia, Roberto Maroni: “Testo pronto, a breve la firma”

 “E’ arrivato venerdi’ sera il testo dell’intesa fra Governo e Regione Lombardia per l’attuazione del sistema autonomia. Sono 15 pagine, le stiamo valutando, ci sono modifiche che chiederemo. Ma conto di chiudere entro questa settimana, per firmare entro fine mese”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, parlando delle trattativa sull’autonomia con

Autonomia, Giovanni Toti: “Anche la Liguria al tavolo con la Lombardia”

“Presenteremo le nostre richieste al governo ancora in carica, per sederci al tavolo gia’ aperto da Gentiloni e Bressa con Lombardia ed Emilia, che rivendicano maggiore autonomia. E’ un modo per accelerare i tempi: porteremo la mozione in Consiglio a gennaio, e ci faremo trovare pronti se tocchera’ al prossimo governo concludere l’iter”. Lo afferma,

Sud, Gaetano Quagliariello: “Raccogliere sfida dell’autonomia”

“Il Mezzogiorno deve raccogliere la sfida dell’autonomia. Da un lato infatti va superata la distinzione anacronistica tra Regioni speciali e Regioni ordinarie, e dall’altro anche chi ha una cultura unitaria non puo’ far finta di non vedere che questi anni di crisi ci hanno lasciato un divario tra Nord e Sud sempre piu’ grave e

Veneto vara ‘regole’ per autonomia: ampio mandato a Luca Zaia

 Il progetto di autonomia del Veneto lascia Venezia, con il via libera del Consiglio regionale, e si avvia verso Roma. Dove il governatore Luca Zaia avra’ il “mandato pieno” dell’assemblea per avviare la trattativa con il Governo sulle 23 materia previste dall’art.116 della Costituzione (20 concorrenti, e tre esclusive statali) e soprattutto cercare di portare

Elezioni in Sicilia, Grillo irrompe a Palermo: su autonomia scontro con la Lega

Schegge in movimento per Palermo, con Beppe Grillo a fare da star:il M5S “irrompe” nel capoluogo siciliano ad una settimana dal voto e nello stesso giorno in cui “sbarca” sull’Isola Matteo Salvini. E’ una battaglia all’ultimo voto, quello tra M5S e centrodestra. E Grillo, ottimista sulla possibile rimonta di Giancarlo Cancelleri, opta per una passeggiata-show

Referendum, Zaia-Maroni alzano posta autonomia: scontro con governo

La partita istituzionale resta nell’alveo dell’unita’ nazionale. Ma dopo l’esito dei referendum consultivi per l’autonomia in Veneto e Lombardia, i governatori Luca Zaia e Roberto Maroni provano ad accelerare, alzando la posta nei confronti di Roma. Il piu’ duro e’ Zaia, forte del 57,2% di affluenza, con il 98,1% di Si’, che gli ha fatto

Referendum autonomia, Veneto supera 50% e supera quorum. In Lombardia oltre il 30%

Referendum: Lombardia e Veneto al voto sull’autonomia. Seggi aperti dalle 7 alle 23.  In Veneto si vota con una scheda mentre in Lombardia c’è  la prima consultazione elettronica in Italia: la scheda cartacea è infatti sostituita da tablet sul quale si può votare sì, no o scheda bianca. Con il 50,1% dell’affluenza alle ore 19 il referendum consultivo sull’autonomia

Referendum in Lombardia e in Veneto, sfida per l’autonomia: si vota dalle 7 alle 23

Seggi aperti domani dalle 7 alle 23 in Veneto e Lombardia per il referendum consultivo sull’autonomia. Al voto sono chiamati complessivamente quasi 12 milioni di persone: 7,9 milioni di elettori lombardi e poco più di 4 milioni di veneti. Per votare bisogna recarsi nel seggio indicato sulla tessera elettorale, dove basta presentare un valido documento di identità. In