Vaticano

Papa Francesco: “L’accoglienza ai migranti è impegno di tutti. Chiudersi non è soluzione”

L’accoglienza e la solidarieta’ verso profughi e migranti “e’ un impegno che coinvolge tutti, nessuno escluso”. A ribadirlo e’ stato Papa Franceso, nella catechesi dell’udienza di oggi a Santa Marta. “Le diocesi, le parrocchie, gli istituti di vita consacrata, le associazioni e i movimenti, come i singoli cristiani, tutti siamo chiamati ad accogliere i fratelli

Vaticano: ‘sì’ alla cremazione ma dopo le esequie

La cremazione di un defunto “non è vietata dalla Chiesa” se non è fatta per una scelta di contrarietà alla fede. Lo conferma la Congregazione per la Dottrina della Fede in una Istruzione che ha avuto il ‘placet’ del Papa. Confermato anche che la pratica debba avvenire “dopo la celebrazione delle esequie”. “Laddove ragioni di

Papa Francesco: “Il Regno di Dio non è fatto di organigrammi”

Perche’ il Regno di Dio cresca, il Signore richiede a tutti la docilita’. E’ l’esortazione che Papa Francesco ha rivolto ai fedeli nella Messa mattutina a Casa Santa Marta. Il Pontefice ha quindi messo in guardia dal concentrarsi troppo sulle strutture e gli organigrammi. Il Regno di Dio, ha ammonito, non e’ fisso ma in

Papa Francesco: “I rigidi sono ipocriti o cattivi”

“Dietro la rigidità c’è qualcosa di nascosto nella vita di una persona. La rigidità non è un dono di Dio. La mitezza, sì; la bontà, sì; la benevolenza, sì; il perdono, sì. Ma la rigidità no! Dietro la rigidità c’è sempre qualcosa di nascosto, in tanti casi una doppia vita; ma c’è anche qualcosa di malattia.

Papa Francesco: “Prego per Iraq duramente colpito dalla guerra”

“Alla parola di solidarieta’ – ha detto il Papa all’Angelus a proposito della violenze a Mosul, con la condanna della ‘crudelta” del ‘sangue versato, anche quello di tanti bambini’ – si accompagna l’ assicurazione del mio ricordo nella preghiera, affinche’ l’Iraq, pur duramente colpito, sia forte e saldo nella speranza di poter andare verso un

“Non abbiate paura!”: Papa Francesco ricorda Giovanni Paolo II

“Esattamente trentotto anni fa, quasi a quest’ora, in questa piazza – ha detto papa Francesco al termine della catechesi del sabato in piazza San Pietro – risuonavano le parole rivolte agli uomini di tutto il mondo: “Non abbiate paura! (…) Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo”. “Queste parole le ha pronunciate all’inizio del suo

Papa Francesco: “Per pregare davvero bisogna riconoscere i propri peccati”

Non ci si può definire cristiani senza guardare ai propri peccati. “Per conoscere davvero Gesù abbiamo bisogno di preghiera, di adorazione e di riconoscerci peccatori”. Lo ha detto questa mattina Papa Francesco durante la messa celebrata nella cappella di Casa Santa Marta. Beroglio, riflettendo sulla Lettura del giorno, ha affermato che il catechismo non è

Papa Francesco nomina nuovi vescovi a Savona, Messina e Lucera

Papa Francesco ha nominato tre nuovi vescovi italiani, tutti  e tre con un passato di parroci: Calogero Marino a Savona-Noli che subentra a Vittorio Lupi; Giovanni Accolla a Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela; e Giuseppe Giuliano a Lucera-Troia. Monsignor Calogero Marino è nato a Brescia, il 26 marzo 1955. Trasferitosi a nove anni con i genitori sulla Riviera

Papa Francesco: “L’ esperienza della fame è dura, accesso a cibo e acqua diritti universali”

“L’esperienza della fame è dura” per questo è “necessario che maturi una coscienza solidale che conservi l’alimentazione e l’accesso all’acqua come diritti universali di tutti gli esseri umani, senza distinzioni né discriminazioni”. Rievocando le parole di Benedetto XVI tratte dall’enciclica Caritas in veritate, Papa Francesco questa mattina nel corso dell’Udienza generale in piazza san Pietro