Esteri

Haiti: nuova forte scossa di magnitudo 5.2

Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 5.2 si è verificata ad Haiti, di fronte alla costa nord-occidentali. L’ipocentro è stato localizzato a 10 km di profondità. Lo riporta l’Usgs, che definisce di assestamento il movimento tellurico. Poco più di 24 ore fa, nella stessa zona, si è verificato un terremoto di magnitudo 5.9 che

Sepolture di massa in Indonesia, c’è rischio epidemie: oltre 1200 morti

Sono 1.203 i corpi finora ritrovati tra Palu e Donggala, sull’isola indonesiana di Sulawesi, colpita venerdì scorso da due terremoti e uno tsunami. Lo riferisce l’ong indonesiana Aksi Cepat Tanggap. Oltre 1200 morti, sepolture di massa per evitare malattie e l’inevitabile sensazione che alla fine le vittime si conteranno a migliaia. A due giorni dal

Iran, attacco a parata: 8 guardie rivoluzionarie uccise

Almeno 8 membri del corpo delle Guardie della rivoluzione islamica sono rimasti uccisi nell’attacco contro una parata militare ad Ahvaz, in Iran occidentale, al confine con l’Iraq. Lo riferisce l’agenzia semiufficiale Tasnim. Ci sarebbero una ventina di feriti, inclusi un bambino e una donna. Uomini armati hanno aperto il fuoco da dietro una tribuna. “Almeno

Elezioni europee, Macron-Pse-Tsipras: prove di alleanza anti-Salvini 

La sfida finale tra europeisti e sovranisti, la strategia per arginare la destra europea animata dall’ascesa della Lega di Matteo Salvini, la prospettiva di un’alleanza trasversale che racchiuda partiti finora sempre divisi: al tavolo dell’elegante St. Peter Stiftkulinarium, ristorante situato ai piedi del castello di Salisburgo, il menù del vertice del Pse è tutto politico.

Elezioni in Svezia: il voto che preoccupa l’Europa

Alle 8 si sono aperti i seggi in Svezia per le elezioni politiche più accese e incerte della sua storia recente. Dopo una feroce campagna elettorale in gran parte incentrata sull’immigrazione, l’Europa e il governo di minoranza guidato dai socialdemocratici temono un’impennata senza precedenti della destra sovranista, anti-immigrati ed euroscettica dei Democratici svedesi (Sd), che, sotto

Brasile: candidato presidente Bolsonaro accoltellato da simpatizzante Lula

Jair Bolsonaro, il candidato di estrema destra in testa ai sondaggi per le elezioni del prossimo 7 ottobre in Brasile, è stato accoltellato oggi mentre partecipava in una manifestazione elettorale a Juiz de Fora, nello stato di Minas Gerais. Secondo fonti del suo partito, Bolsonaro è stato colpito al fegato ma non si teme per

Libia, scontri a Tripoli: Onu e Roma cercano dialogo

Intensi combattimenti con colpi di mortaio a Tripoli, all’indomani della proclamazione dello stato d’emergenza da parte del governo libico di Fayez al-Serraj, che ha anche chiesto aiuto a una potente milizia di Misurata per difendere il suo esecutivo dalle violenze che dal 27 agosto hanno causato almeno 47 morti e 129 feriti. Intanto l’Onu tenta

Salvini blinda asse sovranista con Orban: attacca Macron 

“Siamo vicini a una svolta storica per il futuro dell’Europa: io e Viktor, ognuno nel proprio campo, stiamo lavorando per un’alleanza che escluda i socialisti. Oggi comincia un percorso”. Matteo Salvini, al termine dell’incontro milanese con il premier ungherese, rinsalda l’asse sovranista in vista delle prossime europee di primavera e lancia una bordata contro il

Usa, perde a torneo videogiochi e spara: tre morti

Ha perso al torneo dei videogame e, probabilmente per la rabbia, ha compiuto una strage. E’ questo l’ipotesi di quanto accaduto a Jacksonville, in Florida, al torneo online di Madden, il videogioco dedicato al football NFL. Tre persone sono morte e 11 sono rimaste ferite. Il bilancio include anche l’aggressore 24enne che, secondo indiscrezioni, si

 M5s prende distanze da incontro Salvini-Orban: non ufficiale

M5s prende le distanze dalla Lega sull’incontro Salvini-Orban che si terra’ martedi’ prossimo a Milano. Con una nota ufficiale dei due capigruppo di Camera e Senato, Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, il Movimento 5 stelle mette nero su bianco la sua posizione a voler rivendicare una differenza di vedute. “L’incontro tra Matteo Salvini e Viktor