Il Papa al meeting di Comunione e liberazione: guardare avanti senza nostalgie o paure

“Il Santo Padre Francesco auspica che il meeting sia sempre un luogo ospitale, in cui le persone possano ‘fissare dei volti’, facendo esperienza della propria inconfondibile identità”. Lo scrive il Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin in un messaggio al vescovo di Rimini Francesco Labiasi in occasione della 40esima edizione delmeeting per l’amicizia fra i popoli che si apre domani a Rimini sul tema “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi”. “E’ il modo più bello per festeggiare questo anniversario – prosegue il principale collaboratore di Jorge Mario Bergoglio – guardando avanti senza nostalgie o paure, sempre sostenuti dalla presenza di Gesù, immersi nel suo corpo che è la Chiesa. La memoria grata di questi quattro decenni di impegno alacre e di creativa opera apostolica possa suscitare nuove energie, per la testimonianza della fede aperta ai vasti orizzonti delle urgenze contemporanee”.