Boscoreale, la scuola ‘Cangemi’ abilita le disabilità: tutti uniti a sostegno delle persone in difficoltà

 

C’è una scuola che funziona, ma che soprattutto mette in pratica con iniziative concrete ciò che serve per aiutare chi ne ha bisogno. Nei giorni precedenti al Natale alla scuola Cangemi di Boscoreale sono state installate delle casette di legno che hanno aiutato insegnanti e alunni a realizzare quello che per loro era diventato un obiettivo: raccogliere fondi per i ragazzi disabili della scuola, per migliorare la loro attrezzatura nell’aula dedicata alla psicomotricità dell’istituto. L’iniziativa “Le mie abilità sono più forti della mia disabilità” ha trovato subito il parere favorevole della dirigente scolastica Carmen Guarracino e che è riuscita in tre giorni raccogliere fondi sufficienti all’acquisto di nuove attrezzature. E’ stata una vera e propria gara di solidarietà, con genitori, alunni e insegnanti che hanno acquistato lavoretti e biscotti artigianali che hanno poi donato in occasione del Natale. Nonostante le condizioni climatiche non sempre clementi, tutti hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa, che è stata un successone grazie all’impegno delle referenti di sostegno Livia Sarto e Maria Carlino, insieme alla componente del consiglio d’istituto Luigia Mase, che hanno stilato il progetto condiviso da tutte le docenti del gruppo H. L’obiettivo era sviluppare le capacità espressive degli alunni attraverso la manipolazione di svariati materiali, proprio per creare quel senso di intimità con l’oggetto. Un’iniziativa che ha quindi legato la parte didattica a quella benefica, l’ennesima da parte dell’Istituto Comprensivo Cangemi che si sta rivelando sempre più all’avanguardia, nonostante gli atavici problemi di una struttura che non ferma però lo sviluppo di una scuola tra le più attrezzate sul territorio.