Sabato 10 novembre, Festa al Parco dei Murales di Ponticelli

È arrivato il momento di celebrare il “Parco del Murales” con una festa che coinvolgerà gli abitanti, quanti hanno concretamente contribuito e collaborato al supporto e alla realizzazione delle opere e soprattutto i cittadini napoletani e non che avranno così l’opportunità di ammirare i lavori di street art dal vivo. L’evento – gratuito ed aperto a tutti – si svolgerà sabato 10 novembre alle ore 10.00. Il programma prevede uno street art tour gratuito guidato da esperti, un laboratorio di giocoleria per i giovanissimi abitanti del Parco e l’esibizione del coro di voci bianche italo-cinese “Coro Mulandell’Associazione Ciao Cina che promuove lo scambio e l’integrazione fra le comunità.

Per l’occasione, saranno anche resi i premi ai donatori della campagna di social crowdfunding su Meridonare attraverso la quale è stato possibile realizzare l’ultima opera al “Parco dei Murales”.

Il volto di “Ael” firmato da Jorit Agoch è stato il punto di partenza di un lungo ed intenso percorso all’interno del Parco Merola di Ponticelli, periferia orientale di Napoli. Oggi il complesso di edilizia popolare, costruito in seguito al terremoto del 1980, è conosciuto in tutta Italia come il “Parco dei Murales”, un ricco programma di riqualificazione artistica e rigenerazione sociale ideato, prodotto e condotto da Inward Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana.

Dal 2015, grazie al proficuo dialogo con la comunità locale, sono stati realizzati 8 murales, tutti firmati da street artisti italiani di fama internazionale e i cui temi sono stati sviluppati coinvolgendo le famiglie residenti, in particolar modo giovani e giovanissimi con numerosi laboratori ludico-creativi, incontri e momenti di ascolto.

Ponticelli è ormai il quartiere capitale della street art in Italia, con il suo Parco dei Murales, grazie al sostegno sinergico di enti pubblici, aziende private ed organizzazioni del terzo settore, quali UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mibact, Forum della Gioventù Regione Campania, Assessorati al Patrimonio, Decoro Urbano e Politiche Sociali del Comune di Napoli, Rotary Club Campania Napoli, Ceres SpA, SIAE, Linvea, Meridonare – Fondazione Banco di Napoli, Aeroporto Internazionale di Napoli, AMESCI, e insieme a Corvino + Multari, Tekno Green, Nartist, Gino Ramaglia, Leonardo Stampa Digitale, FVF, Piperita, Cucinà Food Lab, El Poble, C’est la Ville Lounge Bar, Associazione Quantum e Arginalia Società Cooperativa. Si ringraziano inoltre Google Cultural Institute, FAI Fondo Ambientale Italiano e MANN Museo Archeologico Nazionale di Napoli, per la valorizzazione del progetto.