Campania, cresce il partito di Giorgia Meloni: con la squadra capitanata da Cangiano nuovi arrivi

Il partito di Giorgia Meloni cambia senso di marcia in Campania e registra nuovi acquisti in vista delle elezioni europee e delle regionali. La guida campana del partito affidata da alcuni mesi all’avvocato casertano Gimmi Cangiano sta portando frutti, soprattutto per il lavoro di squadra che si sta svolgendo con i parlamentari Edmondo Cirielli e Antonio Iannone e con l’intero gruppo.

Ufficializzate in questi giorni le nomine dei consiglieri comunali di Napoli Marco Nonno e Andrea Santoro, rispettivamente vicecoordinatore regionale di Fratelli d’Italia e coordinatore di Napoli. Il partito si radica sempre più nel napoletano, premiando il lavoro del coordinatore regionale. Incarichi partitici di caratura nazionale anche per Marta Schifone e Carmela Rescigno, da sempre in prima linea per gli obiettivi partitici e per battaglie territoriali.

Il nuovo corso di Fratelli d’Italia in Campania, fanno sapere dallo staff, è quello di essere sempre più presenti sui territori e creare sinergia tra gli amministratori. Come nel caso degli ultimi incendi nel casertano, per i quali, su sollecitazione degli esponenti locali, è stata presentata un’interrogazione dal senatore Iannone.

Fratelli d’Italia sta divenendo polo attrattivo per chi non sposa più le politiche forziste, ma manco si sente pronto ad abbracciare quelle leghiste. Il movimentismo di questi ultimi tempi del coordinatore regionale fanno intravedere la voglia di raggiungere buoni risultati alle europee del 2019, che potrebbero rappresentare un trampolino di lancio per le regionali, soprattutto perchè è opinione comune che se all’appuntamento del voto campano del 2020 il centrodestra si presenterà unito la vittoria è quasi certa! Almeno questo è il vociferare dei politici campani, molti dei quali preoccupati per il loro futuro. A giorni saranno ufficializzate altre nomine e per fine anno o al massimo inizio 2019 sono previsti nuovi ingressi.