Champions League, Roma – Shakhtar Donetsk: ecco le formazioni

Superare lo Shakhtar Donetsk, centrare i quarti di Champions League, e poi puntare a “fare ancora meglio”. Eusebio Di Francesco pensa in grande e prova a volgere lo sguardo anche oltre l’impegno che domani sera attende la Roma allo stadio Olimpico. Davanti a 45 mila spettatori De Rossi e compagni proveranno a ribaltare il 2-1 subito in Ucraina per sedersi al tavolo delle migliori otto squadre d’Europa. Un traguardo tutt’altro che tradizionale dalle parti di Trigoria. “Tutti abbiamo un unico obiettivo, passare il turno e arrivare ai quarti. La Roma non è tanto abituata ad arrivare a questi livelli, mi auguro di poterlo fare con i miei ragazzi e con la nostra gente che spero sia il 12/o uomo in campo – spiega il tecnico abruzzese -. E’ una grande chance, per me e per la squadra. Credo sia una partita importantissima per tutti, passare ridarebbe slancio alle nostre ambizioni. Ho il forte desiderio di portare questa squadra ai quarti perché mi auguro di poter fare ancora meglio”. Le legittime aspirazioni di Di Francesco tuttavia si scontrano con gli alti e bassi mostrati in stagione dalla sua squadra. Ecco perché l’allenatore mette in guardia i propri giocatori: “Non possiamo scendere in campo col pensiero di giocare per 45′ minuti. Questa è una gara in cui non possiamo sbagliare. Abbiamo davanti un avversario forte ma il nostro desiderio è passare il turno e per riuscirci non ci possiamo accontentare di fare bene solo un tempo. Non dovremo fermarci nemmeno in caso di vantaggio, bisogna avere l’intelligenza di dare continuità di prestazione”. “Voglio vedere spensieratezza e determinazione, deve essere questo il nostro marchio di fabbrica nell’affrontare questa gara – aggiunge -. Dobbiamo avere il desiderio di andare a far male agli avversari perché non è una partita che possiamo gestire, dobbiamo vincere”.

Contro la Roma a viso aperto. Così scenderà in campo domani sera all’Olimpico lo Shakhtar Donetsk, atteso dalla Roma nel retour match degli ottavi di Champions, dopo il 2-1 degli ucraini all’andata. “Se pensate che siamo venuti per fare una partita difensiva siete fuori strada. Lo Shakhtar è qui per imporre il suo gioco, come sempre, non per difendere il risultato dell’andata”, avvisa Paulo Fonseca a 24 ore dal big match che vale il passi per i quarti di finale di Champions League. La formazione ucraina, forte del 2-1 dell’andata, non snaturerà il proprio stile anche se il tecnico portoghese sa bene che almeno nei primi minuti ci sarà da gestire un avvio veemente da parte dei giallorossi: “Mi aspetto che la Roma entrerà in campo per cominciare molto forte, con il pressing alto per impedirci la costruzione dell’azione, ma siamo pronti a questo scenario – spiega in conferenza stampa -. Ovviamente contro squadre contro la Roma dovremo essere perfetti dal punto di vista difensivo. Mi aspetto una partenza forte della Roma, senza dubbio, ma noi faremo il nostro gioco, sempre dominante, e se non lo sarà in alcuni momenti sarà per merito dell’avversario”.

Probabili formazioni di Roma-Shakhtar Donetsk, ritorno degli ottavi di finale di Champions League, in programma domani sera allo Stadio Olimpico: Roma (4-3-3): 1 Alisson, 24 Florenzi, 44 Manolas, 20 Fazio, 11 Kolarov, 4 Nainggolan, 16 De Rossi, 6 Strootman, 17 Under, 9 Dzeko, 8 Perotti. (28 Skorupski, 5 Juan Jesus, 25 Bruno Peres, 7 Pellegrini, 30 Gerson, 14 Schick, 92 El Shaarawy). All.: Di Francesco. Shakhtar Donetsk (4-2-3-1): 30 Pyatov, 2 Butko, 18 Ordets, 44 Rakitskiy, 31 Ismaily, 8 Fred, 6 Stepanenko, 11 Marlos, 7 Taison, 10 Bernard, 19 Ferreyra. (26 Shevchenko, 5 Khocholava, 21 Patrick, 34 Petriak, 59 Zubkov, 74 Kovalenko, 9 Dentinho). All.: Fonseca. Arbitro: Undiano Mallenco (Spa) Quote Snai: 1,70; 3,90; 4,75.