Vincenzo Strino: “Morte annunciata e ruspa invocata: la politica in un cinguettio”

Per questo mio esordio con SocialTelling ho scelto due tweet legati a due vicende che hanno come sfondo argomenti molto discussi negli ultimi anni: quello dell’eutanasia e quello dell’integrazione.

Il primo è di Marco Cappato: radicale ed esponente dell’associazione “Luca Coscioni”. La vicenda intorno a questo tweet riguarda la morte di dj-Fabo, ovvero Fabiano Antoniani, deceduto lunedì in Svizzera tramite una procedura di suicidio assistito. Antoniani era arrivato sabato nella clinica svizzera dell’associazione Dignitas accompagnato proprio da Cappato, e aveva avviato le procedure per il suicidio assistito, una procedura che in Italia non è permessa dalla legge. Il tweet riportato riguarda il giorno dopo la morte di Antoniani, cioè martedì, quando Cappato, tornato in Italia, ha deciso di autodenunciarsi ai carabinieri. Un gesto apprezzato da quasi tutta l’opinione pubblica e che tiene aperta la discussione sull’approvazione di una legge che permetta certe pratiche anche in Italia.

marco cappato

Il secondo che ho scelto è quello di Matteo Salvini, leader della Lega. Il suo tweet contiene il video girato venerdì scorso da due dipendenti della catena “Lidl”, i quali si sono filmati subito dopo aver rinchiuso due donne rom nell’angolo rotture del supermercato di Follonica, in Toscana.

Nonostante il gesto sia stato condannato immediatamente dai vertici della Lidl, in molti sui social si sono schierati a favore dei due lavoratori. Tra questi anche Salvini. Con il suo tweet, l’europarlamentare non ha fatto altro che rimarcare la linea politica della Lega che, da una parte lo vede a favore degli italiani a cui, in questo caso, ha offerto aiuto legale, e dall’altra lo vuole schierato contro gli immigrati in generale (con l’hashtag #ruspa a sottolineare la sua avversione nei confronti dei campi rom che vorrebbe radere al suolo).

matteo salvini