Lavoro, Mattarella ai vescovi del sud riuniti a Napoli: “Far crescere occupazione per i giovani”

“Ridurre le distanze tra Nord e Sud e far crescere le occasioni di impiego per le nuove generazioni costituisce necessità vitale per la nostra Italia”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio inviato ai vescovi di sei regioni del Sud riuniti da oggi a Napoli per discutere di lavoro per i giovani meridionali, convegno fortemente voluta dal cardinale Crescenzio Sepe. 

“Non ci sarà una vera ripresa, – si legge nella nota del Capo di Stato – neppure nel resto del Paese, se dovesse ulteriormente aumentare il divario a discapito del Mezzogiorno. Non ci sarà un rafforzamento della coesione e dunque un miglioramento della qualità della vita di tutti, se i giovani non saranno inseriti nel circuito della responsabilità, dei diritti, delle opportunità”.

Il premier Paolo Gentiloni rivolgendosi ai vescovi del Sud scrive in un messaggio: “I problemi del lavoro e del Sud sono tra le sfide dell’Italia alle quali questo Governo intende dare risposte con più urgenza”.

“La presenza di tanti vescovi e sacerdoti oggi a Napoli è un bellissimo segnale”, afferma il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenendo stamane al al convegno. “È una Chiesa in prima linea – aggiunge la fascia tricolore – di preti e vescovi che sanno delle sofferenze della popolazione, un pò come i sindaci di strada, e che conoscono quali sono i bisogni, i sogni e le aspirazioni ed il lavoro è al primo posto”.