Sentivo che eravamo fatti l’uno per l’altro ma poi….le paure hanno avuto la meglio!

In realtà sentivo che eravamo fatti l’uno per l’altro. Ma   che   forse   non   eravamo   figli   di   una   stessa tempistica. Ossia incontrare l’uomo o la donna giusta nel momento non opportuno… in un momento in cui l’uno o l’altro non sono pronti.
Questo ovviamente mi dava   la   sensazione   che   ci   fosse   stato   qualcosa   di precluso, non   dichiarato, falso. Un’altra donna o comunque un altro amore. Per una donna in realtà è difficile concepire l’istinto puramente libero e libertino di un uomo. Cioè è quasi impossibile pensare che un uomo, dinanzi alla donna eventualmente giusta, dichiari sciopero! E chissà se questo ha poi realmente un senso…
Credo piuttosto che ogni uomo per natura si trovi più comodo e al sicuro in una condizione di routine e che la   dia   per   scontata, e   soprattutto   la “routine” è quella che vive in   un   dato momento.   Cioè   nessun uomo stravolge la sua vita all’improvviso se non è passato per via naturale da un concetto all’altro!
Mi spiego: se becchi un uomo in un momento di vita in cui le sue priorità sono   alcool,  sesso   amici, con approcci   alle   donne   in   senso   generico…   dicevo nessun uomo è disposto ad abbandonare quello status di stabilità per qualcosa di diverso!
E se quel qualcosa è   rappresentato   da   una   donna   che   pure   gli   offre stabilità   ma fatta   di altre   prerogative, beh   non   è pronto! Addirittura intravede in quella solidità la più grande monotonia e metterebbe in discussione tutta una   vita   pur   di   non   approdare   a   quello   che schematizzano   come: liceo, università, lavoro, matrimonio   famiglia,   figli!   O mio   Dio!   Cioè noi la chiamiamo   solidità, loro   la   chiamerebbero “inalterabilità” o addirittura “fissità”. E ne fanno una vera e propria fissazione!!
Rimanendo fermi a questo concetto qualcuno per molti anni della vita… altri ahimè, per sempre! E noi che vorremmo fargli comprendere com’è bella la vita a due!? Com’è bella la sensazione di prendersi cura l’uno dell’altro!? E più questo accade e più loro pensano   di   perdere   la   libertà!   Quale   libertà   poi? Quella   di   banali   risate, qualche   birra   e   magre scopate? Certo perché in questo gli uomini sono quelli che guidano!  
Cioè   guidano   la   loro   vita   e   devono sempre   avere   la   sensazione   di   guidarla…   Beh questione di gusti. Potrebbe essere la paura di amare? Ma in amore le paure esistono?