Ok della Camera alla proposta di legge per le videocamere in asili e centri anziani

Via libera dell’Aula della Camera alla proposta di legge che consente l’installazione di telecamere a circuito chiuso negli asili e nelle strutture socio assistenziali per anziani pubblici e privati per contrastare gli abusi sulle persone più indifese della società di cui troppo spesso le cronache danno notizia. Il testo è stato approvato a Montecitorio con 279 voti a favore, 22 contrari e 69 astenuti, ed ora passa al Senato.

Sinistra Italiana ha votato contro. Il M5S si è astenuto.

Fi, grande soddisfazione per l’ok della Camera – “Il via libera della Camera alla legge sulla videosorveglianza negli asili nido, nelle scuole per l’infanzia e nelle strutture assistenziali socio-sanitarie che hanno in cura anziani e disabili è una grande vittoria. Non solo per Forza Italia, che per questo testo ha combattuto per prima tra le forze politiche, ma per il Parlamento intero e, soprattutto, per il Paese. Finalmente si può colmare un gap normativo a tutela dei più deboli e delle loro famiglie”. Lo dichiara la deputata e leader di Forza Italia Giovani, Annagrazia Calabria, tra i firmatari della proposta di legge di Forza Italia. “La prevenzione di abusi e di maltrattamenti fisici e psicologici è un fattore di civiltà a cui l’Italia non può rinunciare. D’altra parte questa legge è attesa da tantissimi cittadini, come dimostra il successo della raccolta firme a favore del nostro testo condotta in tutte le regioni da Forza Italia Giovani. Ora non resta che augurarci che al Senato si arrivi ad una rapida e definitiva approvazione”, conclude.

E’ di oggi l’ennesimo caso di una struttura per anziani chiusa nel salernitano dopo schiaffi e minacce da parte degli operatori ai loro pazienti.