Napoli, scoperta del Pascale: molecola che sopprime crescita del melanoma

Una grande scoperta del male del secolo da parte degli studiosi del Pascale di Napoli. 

Una molecola, appartenente alla classe dei microRNA e chiamata miR-579-3p, ha un ruolo importante nel melanoma maligno. Lo ha scoperto il gruppo di ricerca del Pascale di Napoli, guidato dal direttore scientifico, Gennaro Ciliberto, e dal direttore della struttura complessa di Oncologia medica Melanoma, Paolo Ascierto.

É stato dimostrato, come riportato dall’Ansa, che la piccola molecola funziona da soppressore della crescita tumorale. É presente cioè in abbondanza nei normali nei, ma la sua quantità diminuisce man mano che il melanoma diventa più aggressivo.

Fatto ancora più importante è la sua ulteriore riduzione nei melanomi che diventano resistenti col tempo ai farmaci inibitori di Braf e di Mek. Il miR-579-3p controlla la produzione di due proteine chiamate oncogeni che promuovono la crescita tumorale. Quando i suoi livelli si abbassano, quello dei due oncogeni salgono.

Tuttavia, se la molecola viene somministrata alle cellule tumorali dall’esterno i livelli degli oncogeni scendono e le cellule iniziano a morire.