Napoli: i neo eletti si preparano al primo Consiglio comunale

Salvo colpi di scena il 18 luglio sarà indetta la prima seduta Consiglio comunale di Napoli guidato dal sindaco Luigi de Magistris, riconfermato alla poltrona più ambita di Palazzo San Giacomo lo scorso 19 giugno. L’ufficio elettorale del Tribunale il 07 Luglio 2016 ha inviato l’elenco dei 40 eletti che andranno a comporre la nuova assise cittadina.

La giunta è stata riconfermata dal sindaco Luigi De Magistris “squadra che vince non si tocca, per ora vado avanti con gli assessori che ho” queste le prime parole pronunciate dopo la sua rielezione a primo cittadino.
La squadra di governo è composta dal vice sindaco con deleghe all’ambiente Raffaele Del Giudice, assessore alle infrastrutture Mario Calabrese, assessore alla cultura Nino Daniele, assessore al Patrimonio Alessandro Fucito, assessore al wafare Roberta Greta, assessore al Bilancio Salvatore Palma, assessore scuola Annamaria Palmieri, assessore al Lavoro Enrico Panini, assessore all’urbanistica Carmine Piscopo, assessore alle politiche sociali con delega (probabile) alle periferie Alessandra Clemente e l’assessore allo sport Ciro Borriello.
Luigi De Magistris deve affrontare subito una nuova grana, l’assessore allo sport Ciro Borriello indagato per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico.
Le opposizioni non staranno certo a guardare. In vista dell’imminente Consiglio comunale affila gli artigli la consigliera più votata di questa tornata elettorale e portavoce alla Camera di Forza Italia, Mara Carfagna, che spiega “sanare occupazioni abusive, incoraggiando violazioni delle regole e illegalità ecco l’unica cosa che De Magistris da fare, proprio lui che si professa sindaco della legalità”, in merito alla delibera 446 del 2016, sottolineando “la strategia di  de Magistris è chiara: aiutare i suoi fiancheggatori, gli antagonisti, no chi ha più bisogno o chi rispettando la legge chiede l’utilizzo di immobili comunali a fini sociali. E’ vergognoso, poi, che la delibera sia stata approvata poche ore prima delle elezioni”.