Economia

Manovra, 10 miliardi per reddito cittadinanza: ecco riforma Fornero e flat tax 

Deficit al 2,4% rispetto al Pil, reddito di cittadinanza, riforma della legge Fornero sulle pensioni, flat tax al 15%. I contorni della Legge di Bilancio sono ormai definiti con la nota di aggiornamento al Def e il piano nazionale delle riforme in via di approvazione nel Consiglio dei ministri. All’interno del governo è stato dunque

Cambia Class Action, Confindustria: punite le imprese 

Cambieranno le norme sulla Class Action, dopo che la Commissione Giustizia della Camera ha dato il via libera al progetto di legge. Il testo è atteso in Aula lunedì prossimo ma tra gli oppositori Confindustria è già sulle barricate. In sintesi il provvedimento prevede lo spostamento della disciplina dell’azione di classe dal codice del consumo

 Manovra: si tratta su deficit al 2,4%

Alzare l’asticella del rapporto deficit-Pil fino al 2,4 per cento. E’ la richiesta del Movimento 5 stelle che sulla manovra forza la mano e lancia la sua proposta all’alleato di governo. Il Carroccio valuta e Matteo Salvini riunisce i suoi esperti economici in una riunione. Al momento non risulta ancora che sia stata raggiunta un’intesa

 Pensioni, verso quota 100 con 36 anni contributi: 180.000 uscite Pa

Si fa sempre piu’ strada l’ipotesi dell’introduzione di ‘quota 100′ per l’accesso alla pensione anticipata con due paletti: 62 anni di eta’ e almeno 36 anni di contributi. Una misura che consentirebbe l’uscita anticipata a una platea di 450.000 persone, di cui 180.000 nella pubblica amministrazione (nella somma di 64 anni di eta’ e 36

Tasse, pensioni e reddito cittadinanza: ecco tutte le misure 

Sono diventati ormai stretti i tempi per la definizione delle misure della prossima legge di Bilancio con la prima scadenza, quella per la presentazione della nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza, giovedì 27. Acceso il dibattito sulle coperture e ancora molto aperte alcune voci come quella, spinosa, della platea del reddito di

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

Il governo è al lavoro su un’ ipotesi di riforma delle pensioni con quota 100 e un minimo di 62 anni di età e 36-37 anni di contributi. E’ quanto si apprende da ambienti vicini al dossier. Con minimo 36 anni di contributi uscirebbero nel 2019 450 mila lavoratori in più rispetto alle regole attuali; con

Italia: a 30 anni 4 laureati su 10 senza lavoro o sottoccupati

L’Italia non è un Paese per giovani (laureati):a 30 anni infatti, 4 su 10 sono senza lavoro o sottoccupati. E’ quanto risulta dai dati dell’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro secondo il quale nel 2017 degli oltre 1,7 milioni di trentenni con la laurea, il 19,5% (344.000) è privo di occupazione, e un ulteriore 19%