tria

Passa linea Tria: rimborsi diretti fino a 35.000 euro

Per risarcire i risparmiatori ‘truffati’ dalle banche passa la linea dettata dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, e concordata con Bruxelles: un doppio binario per evitare il veto della Commissione europea che consentira’ rimborsi diretti fino a 35 mila euro di reddito. Lega e M5s spingevano invece per un ristoro per tutti indiscriminatamente. Il via libera

Governo: Conte ‘blinda’ Tria. Norme risparmiatori non in dl Crescita

Non e’ ancora completamente chiusa nel governo la partita del risarcimento dei risparmiatori truffati dalle banche. Malgrado il pressing congiunto di M5s e Lega, le misure non dovrebbero entrare, allo stato, nel decreto Crescita che andra’ all’esame del Consiglio dei ministri, in programma domani alle 18:30. I principali azionisti di maggioranza da tempo insistono sull’approvazione

Tav, in settimana vertice decisivo: Lega e Tria rilanciano. Ira M5S

Non perdere i 300 mila euro di finanziamenti europei e anzi chiederne alla Commissione Ue altri 500 affinche’ i lavori sulla Tav possano andare avanti. Dopo le elezioni in Sardegna la Lega e’ pronta a rilanciare sul tema delle infrastrutture, a partire dallo ‘sblocca cantieri’ e soprattutto sulla Torino-Lione. Anche – riferiscono fonti parlamentari del

Manovra, Tria si gioca le ultime carte: in arrivo verdetto Ue

Unione bancaria, riforma del meccanismo europeo di stabilità Esm e nuovo bilancio unico dell’area euro. Ufficialmente sono questi i temi all’ordine del giorno dell’Eurogruppo straordinario convocato domani a Bruxelles, ma è difficile pensare che alla riunione, o quanto meno a margine dell’incontro, non si parli del caso Italia. La settimana si annuncia infatti decisiva per

Manovra: Bankitalia-Upb, stop al Def. Governo: piano anti spread

Il governo incassa la bocciatura del Def da Bankitalia e dall’Ufficio parlamentare di bilancio serrando le fila.  “La manovra non si tocca” dicono i due vicepremier, mentre il ministro per gli affari europei Paolo Savona a Porta a Porta aveva aperto una possibilità. “Se ci sfugge lo spread la manovra deve cambiare”dice Paolo Savona. E sulla polemica

Manovra, l’ira di Tria: non si può andare oltre sul deficit

E’ irremovibile, Giovanni Tria. Il ministro dell’Economia tace e da via XX settembre un ‘no comment’ è tutto ciò che si ottiene. Ma chi lo ha sentito, spiega che l’ennesimo avvertimento di Luigi Di Maio a trovare le risorse per il reddito di cittadinanza irrita assai il ministro, ma non cambia la sostanza. Nel vertice

Caos al Governo, pressing M5S su Tria: sul reddito cittadinanza non si tratta

Se non è in grado di garantire in manovra i fondi per far partire il reddito di cittadinanza già a maggio 2019, il Movimento 5 Stelle chiederà le dimissioni del ministro dell’Economia Giovanni Tria. Il messaggio filtra in mattinata da diverse fonti qualificate pentastellate e dà corpo alle parole pronunciate in diretta tv martedì notte

Tria: da stop Bce un contraccolpo ma non siamo i malati Ue 

L’intervento della Bce non era un supporto al debito italiano, ma alle dinamiche di trasmissione monetaria dell’area euro, e l’acquisto di titoli ha riguardato in modo proporzionale tutti i Paesi. Quando cesserà, l’Italia “subirà un contraccolpo come gli altri, con la differenza che da noi la crescita è meno forte”. Lo spiega il ministro dell’

Paletti M5s-Lega a Tria. Un generale Gdf è il nuovo Mister Fisco 

Avanti su flat tax e “a gonfie vele” sul reddito di cittadinanza. Stop a ogni ipotesi di aumento dell’Iva per finanziare la manovra e un forte pressing per cambiare la legge Fornero. Sono i pesanti “compiti per le vacanze” che Luigi Di Maio e Matteo Salvini consegnano al ministro dell’Economia Giovanni Tria, nel vertice a

Governo, Tria: avvio flat tax già nella prossima manovra

La flat tax “si inizierà a implementare fin dalla prossima legge di bilancio, secondo un cronoprogramma graduale il cui contenuto di dettaglio è allo studio”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, al question time alla Camera. Tria ha ribadito che la flat tax sarà composta da una semplificazione strutturale del sistema fiscale e