sicilia

Evasione fiscale, arrestato il neo deputato siciliano Cateno De Luca: eletto nella lista Udc

I carabinieri e la Guardia di Finanza, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale di Messina a conclusione di indagini coordinate dalla Procura di Messina, hanno posto agli arresti domiciliari il neo deputato regionale Cateno De Luca e il presidente della Fenapi (federazione piccoli imprenditori) Carmelo Satra, in qualita’ di promotori

Elezioni in Sicilia, day after: polemiche sugli ‘impresentabili eletti’

Giusy Savarino, nel listino del governatore eletto Nello Musumeci, Marianna Caronia, nella lista di Forza Italia eletta perche’ Gianfranco Micciche’ che ha preso piu’ voti entra attraverso il listino del presidente eletto, Cateno de Luca, nella lista Sicilia vera- Udc per Musumeci, Giuseppe Federico e Luigi Genovese nelle liste di Forza Italia, siederanno all’Assemblea regionale

Elezioni in Sicilia, veleni su Luca Sammartino: mister 32mila preferenze

 “I miei voti sono frutto di tutti i contatti che ho col territorio e il tentativo di avvicinare la gente alla politica, il resto e’ solo invenzione. E a chi esagera dico che sono stanco della macchina del fango, mi rivolgero’ alle autorita’ competenti per tutelare la mia immagine. Capisco che prendere molti voti porti

Istituto Cattaneo, esame del voto in Sicilia: debacle del centrosinistra e della sinistra

“Per i partiti di sinistra e centrosinistra, la sconfitta in Sicilia e’ indubitabile”. E’ quanto sostiene l’Istituto Cattaneo che ha analizzato l’esito delle regionali in raffronto a quelle del 2012. “Il candidato sostenuto dal Pd, Fabrizio Micari, ha raccolto circa 230 mila voti in meno rispetto alla candidatura di Crocetta nel 2012, pari a -11,8

Sicilia, Musumeci a lavoro: voglio bonificare la Regione

Qualche giorno per smaltire le tossine della campagna elettorale e per lasciarsi alle spalle le polemiche di troppo, come quella sugli impresentabili, alcuni dei quali pero’ non sono stati eletti come Riccardo Pellegrino (FI) col fratello imputato di mafia e Antonello Rizza (Fi) recordman di capi d’imputazione: 22. Poi, il presidente Nello Musumeci, che si

Elezioni in Sicilia: Genovese jr (Fi) il più votato a Messina

Luigi Genovese, candidato di Forza Italia e figlio di Francantonio ex Pd poi passato a Fi – condannato in primo grado a 11 anni di carcere nel processo sui corsi di formazione professionale, che coinvolge anche la moglie e altri parenti – è il più votato a Messina, dove è candidato nella lista di FI.

Elezioni in Sicilia, maggioranza non vota: alle urne solo 46,76%

In Sicilia vince il “partito del non voto”. Solo il 46,76% ha votato per l’elezione del presidente della Regione e dell’Assemblea, mentre il 53,23% ha disertato le urne. Rispetto al 2012 quando aveva votato il 47,41%, il dato dell’affluenza è in calo dello 0,65%. Sul voto, il ministro degli Interni, Marco Minniti, ha allertato con una

Elezioni Sicilia, exit poll: Musumeci in vantaggio su Cancelleri. Crollo del Pd

Dalle 8, via allo spoglio dei voti per l’elezione del presidente della Regione e dell’Assemblea. Secondo gli exit poll, il candidato del centro destra Nello Musumeci è avanti, ma a un’incollatura c’è Giancarlo Cancelleri del M5s. Il Pd crolla. Secondo il secondo exit poll de La7 (che conferma il primo): Musumeci allunga con una forbice tra 36,5-40,5, Cancelleri al

Elezioni, Sicilia al voto: astensionismo vero ago della bilancia

Dalle 8 di questa mattina in Sicilia si sono aperti i seggi per le elezioni regionali, che chiuderanno alle 22. Lo scrutinio inizierà domattina alle 8. Sono circa quattro milioni e mezzo i votanti chiamati alle urne. Cinque i candidati alla presidenza: Giancarlo Cancelleri del M5S, Claudio Fava della sinistra, Roberto La Rosa dei Siciliani

Elezioni in Sicilia, il silenzio della vigilia: chiamati alle urne 4,6 milioni

Silenzio. Dopo settimane di veleni e urla, dopo gli accesi comizi e appelli di ieri sera, oggi tutto tace. E’ il giorno del silenzio elettorale. La vigilia del voto che domani coinvolgera’ poco piu’ di 4 milioni 681.000 elettori chiamati a scegliere uno dei cinque candidati governatori. Con un avversario in piu’ da battere: l’astensionismo.