sepe

Napoli, il prodigio si ripete: il sangue di San Gennaro si è sciolto

Si è ripetuto, a Napoli il prodigio del miracolo di San Gennaro. L’annuncio della liquefazione del sangue è stato accolto alle 10.04, nel Duomo affollato, da un lungo applauso dei fedeli e da grida di giubilo. Il ripetersi del miracolo è letto come un buon auspicio per Napoli e la Campania. Il miracolo avviene tre

Napoli, 440 anni fa la nascita dell’augustissima Arciconfraternita dei Pellegnini: il 31 maggio la cerimonia conclusiva con Galgano, Sepe, Costa e Casavola

Si conclude un anno di eccezionale impegno per l’Augustissima Arciconfraternita ed Ospedali della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti. Una storia di oltre 4 secoli, 440 anni di attività percorsi nel rispetto del principio di solidarietà, sostegno e assistenza per coloro che ne hanno più bisogno. Per l’occasione l’Arciconfraternita ha promosso nell’ultimo anno un calendario

Napoli, si rinnova il miracolo di San Gennaro: il sangue si è sciolto

Nel Duomo di Napoli alle ore 10.05  il cardinale Crescenzio Sepe annuncia lo scioglimento del sangue del patrono di Napoli, San Gennaro, tra migliaia di fedeli. Nel momento in cui la reliquia è stata prelevata dalla cassaforte era già allo stato liquido. Prosegue la celebrazione eucaristica presieduta da Sepe.  Il miracolo avviene tre volte l’anno:

Dossier Curia, card. Sepe: “Tante le diocesi coinvolte. Napoli usata come ufficio postale”

“Napoli non c’entra”. Lo ha detto il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, commentando il dossier, depositato in Curia, di denuncia di presunti casi di omosessualita’ nei quali sarebbero coinvolti sacerdoti, religiosi e seminaristi di alcune Diocesi italiane. “Ci sarebbero due sacerdoti di cui nei fatti non conosco nomi e cognomi – ha affermato

Napoli, Cardinale Sepe: “Annuncio Resurrezione fonda nostra fede”

“Non e’ la tomba vuota che fonda la fede, che fa vedere Gesu’ e ce lo fa incontrare. E’ la parola dell’ Angelo di Dio che dice: “Non e’ qui. E’ risorto” (Mt 28.5).”. Cosi’ il Cardinale Crescenzio Sepe nell’ omelia della Messa di Pasqua, celebrata nella Cattedrale di Napoli. “L’ annuncio dell’Angelo, “e’ risorto”