senato

Grida, rosari e cartelli: in Aula Senato show della crisi

“Tu dove te la vedi, in tribuna o sullo schermo gigante in commissione?”. Sembra quasi che il capannello di deputati grillini, nei corridoi di Palazzo Madama, parli di una partita di Coppa del mondo. Se non fosse che oggi e’ i D-day, il giorno piu’ atteso da quando Matteo Salvini ha deciso di aprire la

Senato, scontro Pd-Lega: M5S e Salvini separati

Metti un 13 agosto al Senato ‘riaperto per crisi’ e mai visto prima così: quasi al completo, con parecchi senatori abbronzati e altri appena coloriti perché precettati dalle ferie, e un ping pong fatto di urla, cori, frecciate e proteste perfettamente speculari per un’ora. Da un lato il Pd, i senatori di Leu e quelli

Tappe della crisi: da Conte al Senato a nuove urne

E’ ancora un rebus l’esito della crisi. Nemmeno la riunione dei capigruppo del Senato ha risolto la tempistica della parlamentarizzazione della fine del governo gialloverde, orami nei fatti. Si va da uno scenario che può portare a dimissioni dell’attuale governo e urne subito, entro ottobre, al tentativo di dare vita a un nuovo esecutivo con

Crisi: mozioni o risoluzioni? In gioco equilibri e numeri al Senato

Mozione di sfiducia a Conte, mozione di sfiducia a Salvini o comunicazioni del presidente del Consiglio con successivo voto sulle risoluzioni? Su cosa l’Aula del Senato sara’ chiamata a dibattere ed esprimersi – probabilmente lunedi’ 19 o martedi’ 20 agosto – non e’ possibile stabilirlo ora con certezza. Anche se, dopo la lettera inviata ieri

Legittima difesa, ok dal Senato: ecco cosa prevede la norma

Con il via libera definitivo da parte del Senato, con 201 voti favorevoli, 38 contrari e 6 astensioni,la riforma della legittima difesa diventa legge. Vengono allargate le ‘maglie’ del principio di proporzionalita’ tra offesa e difesa, anche se tale principio resta, ovvero non vengono meno le indagini e si deve comunque dimostrare che la difesa

M5S-Lega sul filo al Senato. Minoranze: non hanno numeri

La maggioranza esce ‘ridimensionata’ dalla due giorni di votazioni su Matteo Salvini e Danilo Toninelli. A Palazzo Madama, infatti, i numeri dei giallo-verdi si sono attestati in entrambe le giornate sotto quota 161, ovvero la maggioranza assoluta, e cio’ potrebbe ripercuotersi sulla tenuta in vista dell’esame di provvedimenti ‘delicati’. Sin dall’inizio dell’avvio del governo Conte

Dl Genova: Senato ‘riabilita’ condono di Ischia

 “Sta andando molto bene”. Il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, dopo la bocciatura al Senato dell’emendamento sul condono a Ischia che ieri sera in commissione aveva mandato sotto il governo, manifesta la propria soddisfazione. E in effetti, stando ai numeri (200 voti contrari e 75 favorevoli) con cui l’aula di Palazzo Madama si e’ espressa

Decreto Sicurezza: via libera dal Senato. Salvini esulta: ‘Giornata storica’

Via libera del Senato al decreto Sicurezza con 163 Sì, 59 no e 19 astenuti. I presenti sono stati 288, i votanti 241. Il decreto, che è stato approvato con il voto di fiducia, ora passa al vaglio della Camera. La soddisfazione di Salvini in Aula al Senato Esulta su Twitter il ministro degli Interni, Matteo