sanità

Campania: scontro in commissione sanità su nomine manager Asl. L’opposizione attacca: unica logica mettere gli amici ai vertici

Mattinata di scontri in Consiglio regionale, nel corso della Commissione sanità tra maggioranza e opposizione. Già nei giorni scorsi l’opposizione aveva manifestato la propria disapprovazione nel fare le nomine dei manager Asl durante la campagna elettorale, ma la querelle è continuata oggi. Infatti il presidente della Commissione sanità il dem Lello Topo  commenta con soddisfazione l’approvazione

Campania, le opposizioni accusano: nomine dirigenti Asl clientelismo elettorale

In Consiglio regionale della Campania a sollevare la polemica relativa alle nomine dei dirigenti Asl a ridosso delle amministrative è Armando Cesaro, capogruppo di Forza Italia. “Approvare a ridosso delle elezioni comunali – afferma Cesaro – una norma che conferisce la massima discrezionalità possibile in capo al Presidente della Regione nella scelta dei manager della

Campania, Gianluca Daniele (PD): “Stabilizzare i precari della sanità”

“La sanità campana è andata avanti, negli ultimi anni, servendosi di centinaia di lavoratori interinali. Un numero notevole di persone – 180 al Monaldi, 77 al Cardarelli, una cinquantina al Pascale, ecc – che vivono con l’incubo della perdita del posto di lavoro, scenario che per i 77 interinali del Cardarelli, che ieri hanno manifestato sotto il

Sindacati contro commissario sanità Joseph Polimeni. Lettera al premier Renzi e al ministro Lorenzin

Le organizzazioni sindacali della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria della Campania hanno scritto una lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al ministro della Salute Beatrice Lorenzin per denunciare l’assenza di dialogo da parte della struttura commissariale campana. Nel testo si legge che i sindacati “tentano da mesi senza successo di stabilire con il Commissario straordinario Joseph Polimeni un’interlocuzione per affrontare