rubrica

“Reggo in mano la mia anima di sole”: la poesia di Benjamin Fondane Fundoianu

Poesia! Quanta speranza ho riposto in te! Quanta cieca certezza, quanto messianismo! Ho creduto veramente che tu potessi liberare e rispondere là dove la metafisica e la morale avevano da lungo tempo serrato i battenti. Ti credevo la sola e valida forma di conoscenza, l’unica ragione per l’essere di perseverare nell’essere. Con una lente di

Fare di un uomo… l’uomo giusto

Continuava a parlare, a tenermi la mano, a baciarmi delicatamente… Non potevo evitare di osservarlo e di pensare… immaginarci insieme… lo ascoltavo e mi sembrava di conoscerlo da anni. Ma la verità era semplicemente che non avevo conosciuto nessuno dal quale… insomma, dal quale mi sentissi attratta, oltre Claudio ovviamente, anche se una parte di

La storia dell’Ospedale degli Incurabili o della Misericordia a Napoli  

Durante questo anno della Misericordia, chiusosi ufficialmente il 20 novembre, Papa Francesco ha invitato più volte a soffermarsi sulla tenerezza di Dio che si attua, hic et nunc, nella storia personale di ciascuno. Si possono, tuttavia, tracciare le linee di storie collettive della Misericordia che, nascoste alla grande Storia per secoli, riemergono grazie al ritrovamento

Il ricatto morale del «Non voglio perderti»

  Care signorine, spiegateci per piacere questo semplice concetto: «Non voglio perderti». Se ci avete dato un «due di picche» e noi vogliamo – giustamente – riconsiderare il tipo di rapporto con voi e la frequenza e l’intensità, perché ci fate sentire in colpa con queste tre paroline angoscianti? Al netto di quelli che tagliano

“Io parlo con franchezza”: la scrittura senza aggettivi di Giuseppe Moscati

La nostra rubrica accoglie oggi, nel giorno della sua festa, le parole del più famoso medico napoletano, Giuseppe Moscati, canonizzato nel 1987 da Papa Giovanni Paolo II. Il nostro interesse è di guardare alle caratteristiche degli scritti che Moscati ha lasciato, che possono leggersi nei numerosi volumi pubblicati nel corso degli anni e che tratteggiano la

‘In Verità’…il mio viaggio nel mondo del giornalismo italiano

In Verità di Romina Rosolia   In Verità vuole raccontare l’attuale realtà giornalistica italiana attraverso i suoi protagonisti. Sentiremo i racconti di chi ce l’ha fatta e di chi vuole farcela, di chi vive costantemente di precarietà e di chi lavora sotto scorta. Dalle loro esperienze conosceremo i diversi volti del giornalismo italiano, gli aspetti che

State lontani dalle ragazze (appena) sfidanzate…

C’è una cosa su cui non si sprecherà mai troppo inchiostro: il sadomasochismo di chi – e stavolta parlo degli uomini – insegue una pulzella che è appena uscita da una turbolenta storia d’amore (conclusa, il più delle volte, tragicamente con tradimenti, ripicche e tonnellate di fiele sparse). Non c’è cosa peggiore che infilarsi in

Un bacio è solo un bacio…

Volevo essere baciata. Volevo il suo odore ed il suo sapore. Percepivo una infantile aura di magia al pensiero che ciò accadesse: ero una sognatrice e da sempre la magia faceva parte della mia vita quotidiana. Ma quella volta non avrei davvero saputo come fare a baciarlo. Se non lo avesse fatto lui temo che mai avrei preso l’iniziativa. Oh come avrei

Riassorbimento osseo: come impedire la perdita ossea

L’osso che circonda la radice del dente (osso alveolare) differisce in molti aspetti da altre ossa del corpo umano. Particolare è la sua capacità di cambiamento. La sua funzione è importante perché mantiene il dente nell’osso della mascella e risponde alla sollecitazione esercitata sul dente. Con la perdita dei denti che può avvenire per cause

I tormenti dell’online….di quando ‘lei’ è online su whatsapp!

Scemo, dai… non vado da nessuna parte, vado a dormire! Sto morendo di sonno… Ok, era solo per sapere eh… Mi trovo bene, sai… a parlare con te… <3 Anche io… tanto… 🙂 Una notte qualsiasi di un qualsiasi mese dell’anno. Lei scrive, lui risponde. Lui scrive, lei risponde. E così volano via un’ora, due.