proiezioni

Elezioni Europee, ultime proiezioni: Torna il Regno Unito. Lega primo partito in Italia

Ultime proiezioni diffuse dal Parlamento Europeo prima delle elezioni di fine maggio. Ma, al di là dei risultati, quello che salta all’occhio è che, per la prima volta, i dati tengono conto della partecipazione del Regno Unito al voto, vista la complicata situazione sulla Brexit. E, forse proprio per questo, oltremanica è boom per il

Elezioni, proiezioni per il centrodestra: 247-257 seggi alla Camera e 128-140 Senato

Secondo la seconda proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai (campione del 46%) sui seggi alla Camera, la coalizione di centrodestra avrebbe 247-257 seggi mentre al M5s ne andrebbero tra 230-240, al centro sinistra 110-120, Leu 11-19, ad altri 0-2. In particolare, alla Lega andrebbero 115-123 seggi, a Fi 99-105, al Pd 104-110, a

Il docufilm ‘Spes contra Spem’ di Ambrogio Crespi proiettato in tutto il mondo

Grande successo internazionale per il docufilm ‘Spes contra Spem – Liberi dentro’ del regista Ambrogio Crespi. , prodotto da Index Production insieme a Nessuno Tocchi Caino. Il docufilm dopo esser stato proiettato in moltissime sale italiane ma anche in istituti di pena, e dopo aver partecipato alla 73esima edizione della Biennale di Venezia,   e al Festival di Roma, sta

Cinema, Capri diventa Hollywood: al via il ‘Chairman Morrow’

Capri diventa Hollywood con divi e anteprime di film da Oscar: da oggi per una settimana riflettori accesi sull’isola azzurra, quest’anno meta italiana ‘top’ del turismo di lusso per San Silvestro. Un risultato al quale ha contribuito l’appuntamento con il festival prodotto da 21 anni da Pascal Vicedomini dove stanno per arrivare i primi ospiti

Michele Anzaldi: “Docufilm ‘Spes contra spem’ in onda su Sky, da Rai silenzio”

“Con una lettera del vicepresidente Andrea Scrosati, Sky mi ha annunciato che mettera’ in onda il docu-film sulle carceri di Ambrogio Crespi ‘Spes contra spem, liberi dentro’. Dispiace che su una tematica pienamente da servizio pubblico come quella della situazione carceraria la Rai, dopo un interessamento iniziale, abbia poi preferito mantenere una linea di silenzio,