poggioreale

Suicidi in carcere, disposte ispezioni: si parte da Poggioreale

“Desta preoccupazione il crescente numero di suicidi che si stanno verificando all’interno delle carceri, un fenomeno che impone un’attenta riflessione sulle cause e sulle origini che stanno alla base di questi gesti”. E’ quanto si legge in una nota del Ministero della Giustizia. Il ministro Alfonso Bonafede e il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Francesco

Cimitero di Poggioreale, gli ex proprietari delle cappelle sequestrate resteranno tutto agosto a pregare: “Non andiamo in vacanza per paura di brutti scherzi”

“Resteremo accanto ai nostri cari per tutta l’estate. Non andremo in vacanza. Anche perché proprio mentre eravamo in vacanza il Comune ci ha tirato l’anno scorso quello brutto scherzo. Resteremo vigili perché non accadano altre cose e aspettiamo sempre che l’assessore Alessandra Sardu e il sindaco Luigi de Magistris ci diano le risposte che chiediamo da mesi”. Lo affermano

Napoli, Fico in visita al carcere di Poggioreale: “In alcuni padiglioni ci sono troppe persone. Garantire sempre la loro dignità”

“Un istituto di detenzione deve garantire la dignità delle persone”. Lo ha detto Roberto Fico, presidente della Camera, a Napoli dove ha visitato il carcere di Poggioreale. Garantire la dignità serve per “un percorso formativo, riabilitativo”, senza dimenticare che “le persone che sono fermate per qualsiasi tipo di pena sono in ogni caso delle persone

Cappelle Poggioreale, il Comitato applaude a Sgambati: “Ora via i catenacci”

I proprietari dei manufatti cimiteriali che con la delibera 566 – in funzione di una sentenza del Consiglio di Stato – venivano acquisiti al patrimonio dal Comune di Napoli e facenti parte del comitato “Tutela del sepolcro gentilizio” hanno partecipato alla visita della Commissione Cimiteri di Napoli al Cimitero di Poggioreale, dove la delegazione capitanata

Cappelle acquisite dal Comune di Napoli, il comitato degli ex-proprietari: “Se l’assessore Sardu non ci riceve, pronti a manifestare sotto Palazzo San Giacomo”

Chiedono di poter liberamente pregare e ricordare i propri cari che, al momento, risultano “chiusi dentro le cappelle” senza possibilità di accedervi. Sono i membri del neonato comitato “Tutela del sepolcro gentilizio” che ha avuto il primo incontro formale nelle scorse ore e che raggruppa gli ex proprietari delle cappelle e dei manufatti cimiteriali che

Cimitero di Poggioreale, sulla lettera a Franceschini è scontro tra assessorato e EFI

L’Assessore con delega ai cimiteri Alessandra  Sardu ha  inviato una nota al ministro Dario Franceschini per restituire  la memoria degli uomini illustri che sono sepolti in un’area del cimitero di Poggioreale (Napoli) denominata “Recinto degli uomini illustri”. Il Recinto costituisce un vero e proprio giardino-museo all’aperto e si estende per circa 5300 metri quadrati dove 

Carcere di Poggioreale: detenuto 39enne suicida in cella

 Un detenuto campano di 39 anni si e’ suicidato questa sera nel reparto Palermo del carcere di Napoli Poggioreale, impiccandosi. Lo riferisce in una nota il segretario generale del Sindacato Polizia Penitenziaria (Spp), Aldo Di Giacomo. “In Campania – ricorda Di Giacomo – a fronte di una capienza di 6.146 detenuti, ne risultano presenti 7.174”,

Poggioreale: da due giorni protestano i detenuti. Associazione ‘La Mansarda’: “Torna l’incubo sovraffollamento”

Da due giorni i detenuti di quattro padiglioni (Napoli, Salerno, Milano e Livorno) del carcere napoletano di Poggioreale stanno praticando l’astensione dai pasti e a mezzanotte sbattono oggetti metallici contro le sbarre. Diverse le motivazioni della protesta che va avanti da due giorni e resa pubblica da Samuele Ciambriello, presidente dell’associazione ‘La Mansarda’, che anche

Napoli, bare e carri da morto sotto Palazzo San Giacomo: EFI parteciperà alla protesta dei seppellitori del Cimitero di Poggioreale

Sarà una protesta eclatante, e gli organizzatori annunciano di voler scendere in piazza con tanto di bare, carri funebri e attrezzi del mestiere. Sono i lavoratori del comparto cimiteriale aderenti alla Uil FPL che manifestano per denunciare da un lato lo stato dell’arte dei cimiteri napoletani, dall’altro per portare solidarietà ai colleghi seppellitori della Multiservice (società