morti

Sri Lanka, raffica di esplosioni contro chiese e hotel: almeno 185 morti

Otto esplosioni in Sri Lanka, nel giorno di Pasqua, hanno colpito chiese e hotel tra la capitale Colombo e un’altra città del Paese, facendo una strage. Il bilancio si è aggravato di ora in ora e al momento è salito a 185 morti e oltre 560 feriti. Tra le vittime ci sono anche almeno 35 stranieri. Fra

Nuova Zelanda, strage in due moschee: oltre 40 morti. Arrestati tre uomini e una donna

Sarebbero almeno 40 le vittime e 20 i feriti in Nuova Zelanda in seguito alle sparatorie avvenute oggi in due moschee della città di Christchurch. Quattro persone sono state finora arrestate. Disinnescati anche alcuni ordigni. Un 28enne australiano ha rivendicato l’attacco con motivazioni anti-immigrati. La premier Ardern parla di “uno dei giorni più bui” per il Paese.

Tsunami in Indonesia, 168 morti e 745 feriti: si aggrava il bilancio delle vittime

E’ salito ad almeno 168 morti, 30 dispersi e 745 feriti il bilancio dello tsunami che ha colpito ieri la costa attorno allo stretto della Sonda, tra le isole indonesiane di Giava e Sumatra. Con un muro d’acqua di circa 20 metri, lo tsunami ha danneggiando centinaia di costruzioni tra cui diversi alberghi. Secondo l’Agenzia

Strasburgo, spari al mercatino di Natale: 3 morti e 12 feriti tra cui un reporter italiano

Basta un istante per trasformare un sogno in un incubo. La capitale europea del Natale, Strasburgo, piomba nel terrore in una sera di dicembre, quando le luminarie delle feste illuminano all’improvviso una scena di guerra: spari in mezzo alla folla, morti, feriti accasciati nelle strade, persone che fuggono urlando. Sono almeno tre le vittime di

Ancona, strage in discoteca: 5 ragazzi morti, una mamma di 39 anni e oltre 100 feriti

Sei ragazzi sono morti travolti dalla calca durante un fuggi fuggi generale in un locale in provincia di Ancona. Almeno un centinaio sono rimasti feriti, 10 dei quali in modo grave. La tragedia è avvenuta intorno all’una di notte nella discoteca ‘Lanterna azzurra’ di Corinaldo, in località Madonna del Piano. Le vittime sono due ragazze del

Maltempo, esondano fiumi nel Palermitano: dodici morti

Nove persone, tra cui donne e bambini, sarebbero morti in una villa in contrada Cavallaro a Casteldaccia (Palermo) a causa dell’esondazione del fiume Milicia ingrossato dalle piogge cadute ieri. Vigili del fuoco, Carabinieri, Protezione civile e sanitari del 118 sono sul posto. Altre tre persone che si trovavano nella villa si sarebbero salvate. La villa si

Furia maltempo in tutta Italia: sette i morti. A Napoli perde la vita studente di 21 anni

Piogge torrenziali, trombe d’aria e mare in tempesta. Il maltempo mette in ginocchio l’Italia, creando paura, disagi e incidenti da nord a sud. Sette vittime e un disperso è il bilancio di una giornata tragica, caratterizzata da un vento che, in alcuni casi, ha raggiunto anche i 180 chilometri orari. Acqua alta da record a Venezia, dove

Iran, attacco a parata: 8 guardie rivoluzionarie uccise

Almeno 8 membri del corpo delle Guardie della rivoluzione islamica sono rimasti uccisi nell’attacco contro una parata militare ad Ahvaz, in Iran occidentale, al confine con l’Iraq. Lo riferisce l’agenzia semiufficiale Tasnim. Ci sarebbero una ventina di feriti, inclusi un bambino e una donna. Uomini armati hanno aperto il fuoco da dietro una tribuna. “Almeno

Usa, perde a torneo videogiochi e spara: tre morti

Ha perso al torneo dei videogame e, probabilmente per la rabbia, ha compiuto una strage. E’ questo l’ipotesi di quanto accaduto a Jacksonville, in Florida, al torneo online di Madden, il videogioco dedicato al football NFL. Tre persone sono morte e 11 sono rimaste ferite. Il bilancio include anche l’aggressore 24enne che, secondo indiscrezioni, si

Torrente Raganello in piena travolge escursionisti: 10 morti e 3 dispersi sul Pollino

Sono dieci le vittime della tragedia delle Gole del Raganello in Calabria. Nella notte una delle persone rimaste ferite gravemente è deceduta nell’ospedale di Cosenza in conseguenza di un trauma toracico. Lo ha riferito il capo della Protezione civile della Regione Calabria, Carlo Tansi. A causare l’errore, secondo Tansi, “è stata una sovrapposizione di informazioni