m5s

Governo, Conte bacchetta “Dibba”: mi fido del Pd

Stoccate ferine alla Lega, dialogo ecumenico con tutti gli altri, toni rassicuranti per dire, giorno in cui Matteo renzi formalizza la nascita dei suoi gruppi, che il governo terrà. Il mini-tour da neo-leader di Giuseppe Conte comincia alla festa di Articolo 1, la forza più a sinistra tra quelle di governo, alla Città dell’altra economia.

Governo, terminata squadra riparte Parlamento: primi nodi per M5S-Pd

Completata la squadra di governo, con la nomina dei viceministri e sottosegretari, ora l’attivita’ dell’esecutivo puo’ entrare a regime e, di conseguenza, possono ripartire a pieno ritmo i lavori parlamentari. Martedi’ pomeriggio si riunira’ la conferenza dei capigruppo del Senato, per stilare il nuovo calendario dei lavori dell’Aula. Anche a Montecitorio e’ ripresa l’attivita’, ma

Governo, M5S-Pd: arriva il coordinamento “anti-conflitti”

Più che un matrimonio a due parte da una “liaison à trois” – premier, M5s e Pd – il governo per il quale Giuseppe Conte chiederà lunedì la fiducia alle Camere: ma l’obiettivo che si sono dichiarati i protagonisti – Zingaretti e Di Maio, oltre al premier – è di evitare quello che è avvenuto

Crisi, premier e ministri: confronto aperto sul governo M5S-Pd

Formalmente il no di Zingaretti ad un Conte bis resta, ma non si tratterebbe piu’ di una posizione granitica. Quel no potrebbe trasformarsi in un si’ se arrivassero dei segnali di discontinuita’ dal Movimento 5 stelle sulla composizione del governo. Ovvero se M5s cambiasse alcuni ‘interpreti’ che hanno governato con la Lega cadrebbe il veto.

Trattativa M5S-Pd su Conte. Zingaretti: no a rimpastone

Luigi Di Maio invoca Giuseppe Conte premier: “E’ l’unico nome in campo”. Nicola Zingaretti ribadisce il no e risponde che il Pd non è disposto ad andare al governo con il M5s per tappare i posti lasciati vuoti dalla Lega: “L’Italia non capirebbe un rimpastone del governo caduto”. I partiti hanno ancora un giorno per

Dialogo difficile Pd-M5S. Zingaretti: si può lavorare

In una giornata nervosissima parte il dialogo Pd-M5s con il via libera del Quirinale che ha concesso altri quattro giorni di tempo per “soluzioni chiare”. Ma è stata una giornata al cardiopalma, tra sospetti sui quasi alleati e rischi di fuoco amico. Zingaretti e Di Maio, ora soci nella ricerca di un patto per un

Governo giallorosso: M5S a conclave per metabolizzare svolta col Pd

Una percorso a tappe e di avvicinamento al Pd per portare il gruppo dei parlamentari a “digerire” quella che orami allo stato maggiore del Movimento sembra l’unica strada percorribile per evitare il ricorso alle urne. La mossa a sorpresa con cui il capo politico del M5s si è presentato agli italiani dopo le consultazioni con

Commissione inchiesta su banche: ecco primo banco di prova per M5S-Pd

 Potrebbe essere la commissione parlamentare di inchiesta sulle banche, fortemente voluta dai pentastellati durante il governo gialloverde, uno dei primi banchi di prova della tenuta della eventuale maggioranza Pd-M5s. Chi la guidera’? E come si metteranno in atto i compiti della commissione stessa? Il tema delle banche, del resto, e’ stato da sempre al centro

M5S, dal ‘Vaffa day’ a partito dentro i Palazzi: ecco i 10 anni dei grillini

Dalla rivoluzione del ‘Vaffa day’ lanciato da Grillo nel 2007 alla nascita del Movimento 5 Stelle, nel 2009 e, poi, ‘obbligato’ a fare i conti con le logiche del Palazzo, con le trattative per dar vita a un esecutivo e, infine, con una crisi di governo, formalizzata oggi dal premier Giuseppe Conte, vissuta direttamente sulla

M5S aspetta Conte a carte coperte ma guarda al Pd

Dialogo con il Pd a meno di un clamoroso colpo di scena del premier Giuseppe Conte: per il M5s resta la strada obbligata per il venir meno delle condizioni politiche per un riallaccio dei canali di dialogo con la Lega. Alla vigilia delle comunicazioni del premier Giuseppe Conte al Senato, a cui formalmente i 5