intercettazioni

Dai vaccini ai bonus cultura a intercettazioni: ecco i temi del Milleproroghe

Dai vaccini allo slittamento della riforma del credito cooperativo e di quella delle intercettazioni telefoniche. Tanti i temi affrontati dal primo decreto Milleproroghe 2018 – cui ne dovrebbe seguire l’altro, classico, a fine anno – che istituisce tra l’altro, il 31 ottobre, anche l’election day provinciale. Diverse le modifiche approvate tra commissione e Aula del

Intercettazioni: è scontro M5S-Pd. Bonafede: Via bavaglio. Renzi: Sei ‘Malafede’ 

 Alfonso Bonafede contro Andrea Orlando. Lo scontro tra attuale ed ex Guardasigilli è in punta di fioretto. Bonafede si vanta di aver prorogato l’entrata in vigore della riforma sulle intercettazioni voluta da Orlando per poterla riscrivere da cima a fondo. “Abbiamo tolto le mani della vecchia politica dalle intercettazioni”, “Impediamo che venga messo il bavaglio

Milleproroghe, dal bonus per 18enni alle intercettazioni: ecco tutte le novità

Il bonus per i 18/enni varrà anche per tutto il 2018 mentre le norme sulle intercettazioni scatteranno dal 31 marzo prossimo. Sono due delle norme contenute in una bozza del decreto Milleproroghe che l’ANSA ha potuto visionare. Tra le misure anche lo slittamento delle graduatorie delle scuole, una proroga per la certificazione dei danni relativi ai terremoti

Intercettazioni, Bonafede: “Provvedimento verrà bloccato. Non sprecheremo investimenti”

Il provvedimento di riforma delle intercettazioni “verrà senz’altro bloccato”. Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, ha risposto all’Associazione nazionale magistrati sulla misura che entrerebbe in vigore il 12 luglio. Il ministro ha annunciato di aver avviato “una valutazione delle risorse che sono state investite per la strumentazione che la legge rendeva necessaria”, che verrà

Intercettazioni, sì Cdm a riforma: in vigore tra 6 mesi

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo alla riforma delle intercettazioni, che entrerà in vigore dopo sei mesi dalla sua pubblicazione, prevista per gennaio. Solo una norma, quella che sancisce il diritto dei giornalisti ad avere copia dell’ordinanza di custodia cautelare, una volta resa nota alle parti, sarà invece efficace tra un

Cafiero De Raho: “La legge sulle intercettazioni non va, ostacola le indagini”

La legge sulle intercettazioni va cambiata perche’ rende difficili le inchieste della magistratura. La scelta di Pietro Grasso di diventare il leader di una forza politica e’ “legittima”, perche’ l’ha fatta dopo aver concluso la sua esperienza in magistratura; ma fuori da questa ipotesi , giudici e pm non devono entrare in politica, forti delle

Intercettazioni, Eugenio Albamonte: “Bene snellimento su irrilevanti”

“Mi sembra positivo che si sia snellito il percorso dello stralcio delle intercettazioni irrilevanti, se fosse rimasto come nella prima bozza saremmo finiti a fare mesi udienze solo per quello, aggravando la lentezza di un sistema gia’ lento”. E’ uno dei passi di una intervista rilasciata a Famiglia Cristiana da Eugenio Albamonte, in cui il

Intercettazioni, Giulia Bongiorno: rischio falsita’ e distorsioni

 “Sara’ l’estrema unzione del processo penale”, “chi ha scritto questa legge non e’ mai stato in tribunale”. E’ il netto giudizio – in un’intervista a Repubblica – di Giulia Bongiorno, penalista ed ex deputata. “Le leggi del ministro tradiscono sistematicamente gli obiettivi annunciati – afferma -. Prima voleva combattere la violenza sulle donne e ha

Intercettazioni: via libera del Cdm alla riforma. Paolo Gentiloni: ‘E’ per limitare abuso’

Il Consiglio dei ministri ha approvato, su proposta del ministro della Giustizia Andrea Orlando, il decreto legislativo che riforma la disciplina delle intercettazioni. Il testo dovrà ora passare all’esame delle commissioni Giustizia per i pareri e poi tornare in Cdm. “Noi non limitiamo l’uso delle intercettazioni ma contrastiamo l’abuso, sappiamo che questo strumento è fondamentale per le

Intercettazioni, riforma approda in Cdm: limiti a trascrizioni e a uso trojan, arriva archivio riservato

 Giorni decisivi per la riforma delle intercettazioni: domani il decreto legislativo dovrebbe ormai approdare sul tavolo del Consiglio dei ministri, visto che entro il 3 novembre il governo deve esercitare la delega. Poi passera’ all’esame parlamentare. Il provvedimento mira a regolamentare in maniera piu’ stringente l’utilizzo di questo indispensabile strumento investigativo, per evitare che conversazioni