crisi

Crisi, Mattarella incarica Conte: l’avvocato gestira’ lui trattative

Sergio Mattarella ha deciso: sara’ Giuseppe Conte il premier incaricato di tentare di formare il governo sostenuto da M5s e Pd. Al termine di due giri di consultazioni, seguiti alla crisi innescata da Matteo Salvini e culminata con le dimissioni di Conte, il Capo dello Stato ha ascoltato le posizioni dei partiti, con un atteggiamento

Crisi, premier e ministri: confronto aperto sul governo M5S-Pd

Formalmente il no di Zingaretti ad un Conte bis resta, ma non si tratterebbe piu’ di una posizione granitica. Quel no potrebbe trasformarsi in un si’ se arrivassero dei segnali di discontinuita’ dal Movimento 5 stelle sulla composizione del governo. Ovvero se M5s cambiasse alcuni ‘interpreti’ che hanno governato con la Lega cadrebbe il veto.

Conte e svolta green: ecco la partita Di Maio per unire base

Un governo “green”, Giuseppe Conte premier, ministri Dem “puliti”: su questi tre pilastri si poggia la strategia di Luigi Di Maio per fa digerire al M5S e soprattutto alla sua base qualcosa di “quasi” indigeribile: l’accordo con il Pd. In questo senso il nome del premier uscente per il capo politico M5S è cruciale: in

Crisi: ecco le tappe per la formazione del nuovo governo

Il Presidente della Repubblica concede più tempo alle forze politiche per chiudere un’alleanza che consenta di formare un governo più stabile possibile. Il secondo giro di consultazioni si terrà da martedì 27 agosto. La crisi, ha ammonito Sergio Mattarella, va risolta in tempi brevi: “Lo richiede l’esigenza di governo di un grande paese come il

Crisi, Colle in pressing: fare presto per un governo di legislatura

Tempi stretti sia per un nuovo governo sia per il ritorno al voto. Colle in pressing sulle forze politiche con l’obiettivo di salvaguardare l’Italia da attacchi speculativi e cercare di evitare l’esercizio provvisorio. Sergio Mattarella questa volta non seguirà lo schema del 2018 permettendo esplorazioni e maturazioni di quadri politici a ritmi caraibici. Anche perchè

Consultazioni, il pallottoliere della crisi: voto o nuovo governo? Ecco i numeri

Il presidente Mattarella sta ascoltando i partiti per registrare le loro intenzioni, con atteggiamento definito al Colle notarile. Un pallottoliere virtuale sara’ dunque sulla scrivania del capo dello Stato per avere il polso della situazione e capire se la maggioranza dei parlamentari, rappresentati dai gruppi alle consultazioni, e’ a favore del voto anticipato o del

Crisi, le misure a rischio: da Autonomia a salario minimo

Sono diversi i provvedimenti all’esame del Parlamento congelati a causa della crisi di governo e che rischiano di non vedere mai la luce. Se si vuole ‘azzardare’ un bilancio interno agli ex alleati gialloverdi, il piatto pende decisamente a sfavore dei 5 stelle. Sono tante, infatti, le norme care a M5s ancora in attesa di

Crisi: ecco le tappe per la formazione del nuovo governo o elezioni anticipate

Si sono aperte al Quirinale le Consultazioni del capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la formazione del nuovo Governo a fronte delle dimissioni del premier Giuseppe Conte. Due le possibili strade in questa crisi agostana: elezioni anticipate e formazione di un nuovo esecutivo. FORMAZIONE DEL NUOVO GOVERNOCONSULTAZIONI: Saranno i colloqui nello studio alla Vetrata tra

Crisi, dal governo di legislatura all’esecutivo elettorale: gli scenari

Dopo le dimissioni del premier Giuseppe Conte e l’apertura ufficiale della crisi di governo gli scenari possibili che ora si presentano sono un governo politico 5 stelle-Pd, un governo istituzionale o un governo elettorale. GOVERNO GIALLO-ROSSO – L’ipotesi di un accordo tra M5S e Pd potrebbe realizzarsi con un patto di governo che concili le

Crisi, scontro nel Pd su Conte bis: rischio impasse trattativa

Il discorso pronunciato oggi da Renzi al Senato e’ piaciuto perfino a palazzo Chigi ma non e’ un mistero che la figura del senatore di Scandicci sia ritenuta ingombrante dalle parti del Nazareno. Il timore dei fedelissimi di Zingaretti e’ che l’ex premier, magari a pochi mesi dalla nascita del governo, possa dar vita a