corruzione

Papa: la corruzione e’ piaga lacerante che impoverisce tutti. I politici devono operare sempre con trasparenza e onesta’

La corruzione “e’ una delle piaghe piu’ laceranti del tessuto sociale, perche’ lo danneggia pesantemente sia sul piano etico che su quello economico: con l’illusione di guadagni rapidi e facili, in realta’ impoverisce tutti, togliendo fiducia, trasparenza e affidabilita’ all’intero sistema”. Cosi’ Papa Francesco ricevendo in Udienza i funzionari della Corte dei Conti. “La corruzione – ha

Papa Francesco: siamo chiamati al bene comune. Lavorare per estirpare la corruzione

“Solo la fraternita’ puo’ garantire una pace duratura, puo’ sconfiggere le poverta’, puo’ spegnere le tensioni e le guerre, puo’ estirpare la corruzione e la criminalita’”. Lo ha detto Papa Francesco al Regina Coeli auspicando che “la fraternita’ e la comunione che sperimentiamo in questi giorni di Pasqua, possano diventare nostro stile di vita e

Corruzione, arrestati imprenditori Ricucci e Lo Conte: ai domiciliari un magistrato

L’imprenditore Stefano Ricucci e il magistrato Nicola Russo, giudice della Commissione tributaria del Lazio e consigliere di Stato, già sospeso dal servizio, sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza. L’accusa nei loro confronti ipotizzata dalla Procura di Roma è corruzione in atti giudiziari. In manette anche un altro imprenditore,Liberato Lo Conte. Secondo inquirenti e investigatori l’accordo prevedeva l’aggiustamento

Corruzione, blitz nel messinese: tra gli 8 arresti anche il sindaco di Acireale

Otto persone sono state arrestate dalla guardia di finanza di Catania per corruzione e turbativa d’asta a conclusione di indagini sui Comuni di Acireale e Malvagna (Messina). Tra i destinatari del provvedimento cautelare, cinque in carcere e tre ai domiciliari, emesso dal Gip su richiesta della Procura distrettuale etnea, anche il sindaco di Acireale, Roberto

Alfredo Romeo a giudizio a Napoli per corruzione: processo il 10 aprile con rito immediato

 L’imprenditore Alfredo Romeo e’ stato rinviato a giudizio con l’accusa di corruzione. Lo ha deciso il gip del Tribunale di Napoli Luana Romano che ha accolto la richiesta di giudizio immediato avanzata dai pm Henry John Woodcock, Celeste Carrano e Francesco Raffaele nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti Romeo. Il processo comincera’ il 10 aprile prossimo davanti

Papa Francesco: “Ci rendono ‘impuri’ la superbia, l’egoismo e la corruzione”

 A renderci “impuri” non e’ la malattia ma il peccato, o “malattie del cuore” come l’egoismo, la superbia, la corruzione: e’ da queste che bisogna “purificarsi”. Nella Giornata Mondiale del Malato, guardando a “Gesu’ come vero medico dei corpi e delle anime”, papa Francesco ha voluto lanciare un messaggio etico, prendendo ancora di mira una

Corruzione, indagati altri due magistrati a Messina: sono Musco e Di Mauro

Ci sono altri due magistrati indagati nell’inchiesta della procura di Messina che ha coinvolto l’ex pm di Siracusa Giancarlo Longo, arrestato martedì con le accuse di corruzione, associazione a delinquere e falso. Si tratta del sostituto procuratore Marco Di Mauro e dell’ex pm Maurizio Musco, già condannato per abuso d’ufficio con sentenza definitiva in altro

Papa Francesco ai leader politici: basta corruzione – VIDEO

Il Papa ha messo in guardia sulle conseguenze della corruzione e ha esortato a denunciarne i mali. Lo ha fatto nell’edizione di febbraio de ‘Il video del Papa’ promosso dalla Rete mondiale di preghiera del Papa. IL VIDEO   “Preghiamo insieme perché coloro che hanno un potere materiale, politico e spirituale non si lascino dominare

Papa: ‘No ai traditori della fiducia nella Chiesa che si lasciano corrompere dall’ambizione’

Il Papa, parlando alla Curia romana, ha denunciato un “pericolo”, quello “dei traditori di fiducia o degli approfittatori della maternità della Chiesa, ossia le persone che vengono selezionate accuratamente per dare maggior vigore al corpo e alla riforma, ma – non comprendendo l’elevatezza della loro responsabilità – si lasciano corrompere dall’ambizione o dalla vanagloria e,