cattolici

Papa: no a cattolici che si sentono perfetti e disprezzano gli altri. La Chiesa è un popolo di peccatori che sperimenta la misericordia

Papa Francesco ha tenuto stamane l’udienza generale nell’Aula Paolo VI sviluppando la sua catechesi sul tema: “Il perdono divino, motore di speranza”. All’inizio è stato letto questo brano del Vangelo di Luca (Lc 7, 44.47-50). “Volgendosi verso la donna, Gesù disse a Simone: “Vedi questa donna? Sono entrato in casa tua e tu non mi hai dato

Chiesa, vescovi Usa in aiuto a cattolici Europa orientale: stanziati 4,8 mln dollari

 La Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti (Usccb) ha stanziato oltre 4 milioni 800 mila dollari per finanziare 206 progetti in 22 Paesi dell’Europa centro-orientale. Le sovvenzioni, riferisce Radio Vaticana, provengono dalla Raccolta annuale che organizza l’apposita sottocommissione episcopale, al momento presieduta dall’arcivescovo di Chicago, il cardinale Blase Cupich. “Come famiglia di fede –

Cei, dialogo cattolici-ebrei:Galantino a mostra su Menora’

 “Un’occasione di dialogo tra cristiani ed ebrei, sottolineando la portata del valore artistico e storico della mostra e ribadendo la nostra volonta’ ad approfondire la conoscenza dell’ebraismo, consapevoli del fatto che piu’ conosciamo la nostra storia, piu’ conosciamo noi stessi e il nostro presente”. Cosi’ don Cristiano Bettega, direttore dell’Ufficio Cei per l’ecumenismo e il

Biotestamento, medici cattolici: il rispetto della vita è principio laico

Nell’imminenza della ripresa dei lavori parlamentari sul cosiddetto ‘biotestamento’ e in vista di una sua approvazione definitiva, i medici cattolici italiani esprimono “viva preoccupazione, considerato che il testo in esame presenta ineludibili dubbi e difficolta’ sul piano etico ma anche sociale e politico, per non dire su quello deontologico”. Ad affermarlo, in una nota, e’

Papa: se parrocchie e diocesi seguono gli idoli del mondo diventiamo cattolici atei

“Se parrocchie e diocesi seguono gli idoli del mondo diventiamo cattolici atei”. Lo ha affermato Papa Francesco nell’omelia della sua consueta messa mattutina nella cappella della residenza di Casa Santa Marta. “Quando noi non ci fermiamo per ascoltare la voce del Signore – ha sottolineato Bergoglio – finiamo per allontanarci, ci allontaniamo da lui, voltiamo le spalle. E

Papa Francesco: “Possano i cattolici cinesi divenire segno concreto di carità”

“La carne dell’umanità è ferita dall’ingiustizia, dalla sopraffazione, dall’odio e dall’avidità ma lo Spirito Santo ci dà la forza per essere lievito di comunione, di consolazione e di misericordia”. Lo ha detto il Papa Farncesco all’Angelus mettendo in evidenza che “il nostro essere a immagine e somiglianza di Dio-comunione ci chiama a comprendere noi stessi