carcere

‘Spes contra Spem, Liberi Dentro’ di Ambrogio Crespi al carcere di Secondigliano: la criminalità ruba il futuro

“La ‘criminalità ruba il futuro’ e sarà questa ma riflessione che promuoveremo a Napoli”. Cosi Ambrogio Crespi regista del docufilm ‘Spes contra Spem, Liberi Dentro’, prodotto da IndexWay e Nessuno tocchi Caino, sulla proiezione organizzata nella Casa circondariale di Secondigliano domani Venerdì 18 novembre alle ore 16. GUARDA VIDEO TRAILER “Spes Contra Spem Liberi Dentro” “Il

Papa Francesco: oggi troppo giustizialismo, mai puntare il dito

 “Visitare le persone in carcere e’ un’opera di misericordia che soprattutto oggi assume un valore particolare per le diverse forme di giustizialismo a cui siamo sottoposti. Nessuno dunque punti il dito contro qualcuno. Tutti invece rendiamoci strumenti di misericordia, con atteggiamenti di condivisione e di rispetto”. Lo ha detto Papa Francesco nell’udienza generale in Piazza

Camorra: Raffaele Cutulo parla del caso Cirillo

Raffaele Cutolo, fondatore della Nuova Camorra organizzata, da 45 anni detenuto in regime di carcere duro, e’ stato interrogato dai pm anticamorra di Napoli nel penitenziario di Parma dove e’ recluso. Secondo quanto riferiscono alcuni quotidiani, tra i temi al centro dell’interrogatorio eventuali notizie in merito al sequestro dell’ex assessore regionale Ciro Cirillo e alla

Femminicidio Stefana Formicola: resta in carcere il marito

Resta in carcere Carmine D’Aponte, il 33enne muratore precario accusato di aver ucciso con un colpo di pistola, mercoledi’ scorso a Sant’Antimo (Napoli), la moglie di 28 anni Stefania Formicola. Lo ha stabilito il Gip del Tribunale di Napoli Nord Fabrizio Finamore accogliendo la richiesta della Procura della Repubblica. D’Aponte risponde di omicidio aggravato dai

Caso Loris: Veronica Panarello condannata a 30 per aver ucciso figlio

Veronica Panarello è stata condannata a 30 anni di reclusione per l’uccisione del figlio Loris. La sentenza è del Gup di Ragusa, Andrea Reale. E’ stata emessa a conclusione del processo col rito abbreviato condizionato da una perizia psichiatrica. La Procura aveva chiesto 30 anni per la donna accusata di avere strangolato il bambino con

Fabrizio Corona torna in carcere: arrestata anche sua manager

La Squadra Mobile di Milano ha esuguito l’arresto dell’ex fotografo Fabrizio Corona e di Francesca Persi, titolare dell’Atena, agenzia che si occupa di eventi e promozioni, accusati di intestazione fittizia di beni in relazione a 1,7 milioni di euro sequestrati nei giorni scorsi. L’ex fotografo ha anche l’aggravante di aver commesso il fatto durante l’affidamento in prova ai servizi sociali.

Ministro Andrea Orlando al carcere Secondigliano: “Interverremo su sostegno nuovi progetti”

Stamane il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha fatto visita nel carcere napoletano di Secondigliano, ad accompagnarlo il direttore dell’istituto penitenziario, Liberato Guerriero, e Giulia Russo in rappresentanza del Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria. Il Guardasigilli ha fatto un breve giro all’interno della struttura visitando l’ufficio matricola, il reparto infermeria e infine il padiglione ‘Adriatico’. La visita è

Carinola, agenti penitenziari in rivolta: preoccupati dai padiglioni “sex offender”

Agenti di polizia penitenziaria in stato di agitazione, nella casa circondariale casertana di Carinola, allarmati dalla notizia della realizzazione, nel carcere, di un padiglione destinato ai cosiddetti “sex offender”. In merito alla vicenda, il presidente dell’Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti, ha inviato una lettera, tra gli altri, al Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria

Omicidio Melania Rea: 20 anni di carcere per Salvatore Parolisi

Ora la vicenda giudiziaria legata all’omicidio di Melania Rea è definitivamente chiusa. Anche per quanto riguarda la quantificazione della pena per il marito, Salvatore Parolisi, già ritenuto responsabile di averla uccisa. La Cassazione, respingendo un nuovo ricorso della difesa per la concessione delle attenuanti generiche, ha infatti definitivamente confermato la condanna a 20 anni di