caos

Caos M5S e Lega, da sicurezza a conflitto di interessi: ecco i temi dello scontro

Sebbene sia Matteo Salvini che Luigi Di Maio continuino ad assicurare che il governo debba andare avanti, perche’ ci sono ancora tante cose da realizzare, si allarga ogni giorno il fronte di scontro tra i due alleati e sono ancora molti i nodi da sciogliere, al centro di provvedimenti gia’ varati, all’esame del Parlamento, o

Caos caso Siri, verso Cdm: parte la ‘conta’ tra M5S e Lega

Riflettori puntati su palazzo Chigi. Il giorno clou potrebbe essere mercoledi’ prossimo, 8 maggio, quando dovrebbe riunirsi il Consiglio dei ministri – ma manca ancora la convocazione ufficiale – con all’ordine del giorno la proposta del premier Giuseppe Conte di revoca delle deleghe assegnate al leghista Armando Siri, e della relativa nomina a sottosegretario. Nonostante

25 aprile, disertato da ministri Lega: non da amministratori

Nessun ministro leghista partecipera’ a manifestazioni in occasione della Festa per la Liberazione dal nazi-fascismo. Matteo Salvini ha fatto sapere che, il 25 aprile, sara’ a Corleone, in Sicilia, per l’inaugurazione del locale commissariato di polizia, insieme al governatore siciliano, Nello Musumeci, e il capo della polizia, Franco Gabrielli. “E’ giusto ricordare i drammi storici

M5S-Lega ai ferri corti: senza fiducia reciproca rischio crisi

Siri e’ venuto a sapere dalle agenzie di essere indagato. E sempre dalle agenzie ha appreso che gli erano state ritirate le deleghe. “Io non mollo, non ho fatto nulla. Si tratta di accuse inventate”, ha spiegato ai colleghi di partito che lo hanno chiamato. “Un gesto punitivo, un atto politico grave”, la reazione della

Conte: “Tav non mi convince”. Scontro M5S-Lega su bandi

E’ stallo sulla Tav. A certificarlo e’ il presidente del Consiglio in persona che, pero’, esclude una crisi di governo. E rinvia la decisione sui bandi a lunedi’, pur ammettendo che anche in questo caso “c’e’ lo stallo”. Le posizioni di Luigi Di Maio e Matteo Salvini restano distanti, sebbene il confronto “sia leale e

Tav, dubbi dell’Ue: allarme Confindustria

Pioggia di reazioni all’analisi costi-benefici sulla Tav che ‘boccia’ in modo netto l’opera. La Commissione europea non commenta le cifre: “Stiamo ancora esaminando il documento che ci e’ stato inviato dal governo – riferiscono fonti Ue – ci sono alcuni aspetti del documento che dovranno essere chiariti con le autorita’ italiane”, aggiungono le stesse fonti

Governo, sciolto nodo Consob: resta tensione su Tav e caso Diciotti

Sciolto, dopo quattro mesi, il nodo Consob, la stabilita’ del governo rimane appesa ai dossier Tav e Diciotti. Risolta l’impasse sulla presidenza della Commissione nazionale per le societa’ e la Borsa con il ‘trasloco’ di Paolo Savona dal governo e l’interim agli Affari europei che andra’ a Giuseppe Conte, e’ stallo sui due temi piu’

Dl Semplificazioni, governo pone fiducia: caos in Aula

 Il governo pone la questione di fiducia sul decreto Semplificazioni e in Aula alla Camera scoppia la bagarre, con le opposizioni all’attacco per quello che considerano un altro strappo istituzionale nei confronti del Parlamento. Il caos esplode dopo la discussione e l’esame della pregiudiziale costituzionale posta da Forza Italia, bocciata dall’Aula, e dopo la richiesta

Elezioni europee, caos Fi su liste: con Berlusconi in campo rischiano i candidati ‘maschi’. Favorite le donne

C’è agitazione a Bruxelles tra le fila degli eurodeputati di Forza Italia. Silvio Berlusconi capolista dappertutto per le elezioni del 26 maggio, raccontano, potrebbe creare più di qualche problema e grattacapo, perchè, per effetto della parità di genere, penalizzerebbe i candidati maschi. La legge elettorale che regola le europee in Italia, infatti, risalente al 1979

Governo, caos per caso Salvini e decretone: fari puntati sul Senato

Il tema immigrazione, con il caso della nave Diciotti e la richiesta di autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini presentata dai magistrati di Catania al Senato, sara’ ancora al centro del dibattito politico della settimana che sta per iniziare. La Giunta per le immunita’ di palazzo Madama mercoledi’ scorso al termine della relazione introduttiva del