camorra

Medjugorje, inviato Papa: qui la camorra fa business

Medjugorje nel mirino anche delle mafie napoletane in cerca di profitti. É quanto avrebbe asserito, in un’omelia incentrata sul tema della lotta tra il bene e il male, l’inviato di Papa Francesco a Medjugorje, l’arcivescovo polacco Henrik Hoser, durante una messa celebrata nella cappellina dell’aeroporto Chopin di Varsavia. Secondo quanto riportato nel blog del giornalista

Napoli, blitz anticamorra: presi 8 ‘scissionisti’

Iniziarono a spacciare droga in alcuni comuni dell’hinterland a nord di Napoli ma senza placet del “boss”, che reagì scatenando agguati e omicidi: i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna (Napoli) hanno arrestato 8 persone ritenute appartenenti al gruppo criminale dei “Catuogno-Di Biase”, scissionisti del clan “Mallardo”, attivo a Giugliano e nei comuni

Camorra e ‘ndrangheta a Roma, 19 arresti: in azione 200 carabinieri

Smantellati dai carabinieri due gruppi criminali, uno a connotazione camorristica e l’altro che si avvaleva della collaborazione di esponenti della ‘ndrangheta, che operavano nella Capitale. Nelle province di Roma e Napoli circa 200 Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 19 persone. Le accuse sono, a vario

Camorra, clan Casalesi: cinque arresti dei carabinieri. Ecco i nomi

Ha raccolto, secondo gli investigatori, l’eredita’ del fratello capoclan per creare una nuova frangia del clan dei Casalesi, copiandone la struttura tipicamente familiare e i modi violenti, con intimidazioni a colpi di ordigni esplosivi a quegli imprenditori che non volevano pagare il pizzo. Michele Bidognetti, 57enne fratello del capoclan Francesco detto “Cicciotto e Mezzanotte”, e’

Camorra, maxi operazione dei carabinieri: scoperto traffico droga. 29 arresti nel Napoletano

I Carabinieri del Comando provinciale di Napoli stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Napoli, a carico di 29 indagati accusati a vario titolo di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata da finalita’ mafiose. Durante indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea i militari del Nucleo investigativo di Napoli hanno scoperto

Camorra, Dia: violenza quotidiana in Campania con ‘piccoli eserciti di ragazzi sbandati’

In Campania tanti “piccoli eserciti”, sovente formati da ragazzi sbandati, senza una vera e propria identita’ storico-criminale che, da anonimi delinquenti, si sono impadroniti del territorio attraverso “una quotidiana violenza piu’ che mai esibita, utilizzata quale strumento di affermazione e assoggettamento ma, anche, di sfida verso gli avversari”. Lo evidenzia la relazione semestrale della Direzione

Camorra: arrestato Armando Schiavone il contabile del Clan dei Casalesi

La Squadra Mobile di Caserta ha arrestato il latitante del Clan dei Casalesi Armando Schiavone, di 44 anni, ricercato da novembre 2017 dopo essere stato colpito da una sentenza definitiva di condanna a quasi dieci anni (9 anni e tre mesi) di carcere per associazione per delinquere di stampo mafioso e altri gravi reati connessi

Camorra: preso a Cassino capoclan latitante Antonio Polverino detto “Zio totonno”

 I carabinieri di Napoli hanno arrestato a Cassino (Latina), in un casolare di campagna, Antonio Polverino, 73 anni, storico capo dell’omonimo clan di Marano di Napoli. Il capoclan e’ stato scovato dalla sezione “catturandi” dei carabinieri del Nucleo Investigativo. Antonio Polverino e’ stato bloccato in cucina: era da solo, non ha tentato la fuga e

Camorra, sgominato clan Moccia a Napoli: 45 arresti. Ricostruito gruppo di vertice

Agenti della Dia, della squadra mobile di Napoli e carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, anche con l’ausilio della GdF, stanno eseguendo 45 ordinanze di custodia in carcere emesse nell’ambito di una inchiesta della Dda sulle attività del clan Moccia, attivo in ampie aree dell’hinterland settentrionale. Gli investigatori hanno ricostruito il gruppo di