accordi

Italia-Cina, Via della Seta e dintorni: ecco i 19 accordi

 Sono 19 gli accordi istituzionali firmati a Villa Madama tra Italia e Cina. Il pacchetto comprende intese in diversi ambiti, dal fisco alla salute, dall’innovazione alla cultura, fino all’agroalimentare. Di seguito la lista completa: 1) VIA DELLA SETA – Accordo tra il governo italiano e quello cinese in merito a una collaborazione nell’ambito della ‘Via

Parlamento: si riparte il 9 con ratifica accordi e videosorveglianza

 Dopo le brevi vacanze natalizie, a causa del tour de force sulla manovra fino a ridosso di Capodanno, i due rami del parlamento riaprono i battenti. L’Aula del Senato e’ convocata per mercoledi’ 9 gennaio alle ore 9,30. All’ordine del giorno dei lavori figura la discussione dei disegni di legge di Ratifica ed esecuzione della

Pd: Su sito senzadime.it i nomi dei favorevoli e contrari ad accordo con M5s

Polemica nel Pd sul sito senzadime.it comparso in rete in vista della direzione e con i nomi di alcuni esponenti Dem divisi per ‘non favorevoli’, ‘favorevoli’ e ‘non si sono ancora espressi’ su un accordo di governo con M5s. Tra i più polemici il ministro della Cultura Dario Franceschini che è andato all’attacco: ‘Qualcosa di profondo non

Pd, Matteo Renzi: “Siamo all’opposizione, ci farà bene. Ora li chiamano ‘accordi di governo’ prima erano inciuci”

“La situazione politica e’ chiara: il Pd stara’ all’opposizione. E stando all’opposizione potra’ dare un aiuto al Paese portando un clima di civilta’ e rispetto del Governo che nei nostri confronti purtroppo non c’e’ stato. L’opposizione si puo’ fare bene, come spiega splendidamente Pierluigi Castagnetti qui, e puo’ farci bene, molto bene.Chi ha vinto le

Centrodestra, rabbia Berlusconi: non resto a guardare gli accordi passano da me

Nessuna intenzione di mollare la candidatura di Paolo Romani anche perche’, mette in chiaro Silvio Berlusconi a Matteo Salvini e Giorgia Meloni: togliere di mezzo lui sarebbe mettere in un angolo me. L’ex premier non accetta che Luigi Maio non voglia trattare con lui e lo ribadisce chiaramente ai suoi alleati. Una presa di posizione

M5S, Beppe Grillo: Governo per il futuro con chi condivide visione. Noi adattabili”

 “Adesso la responsabilita’ di tutti e’ dare all’Italia una visione per i prossimi vent’anni. Governare e’ affrontare il futuro con chi condivide una visione, non dividere le poltrone e poi scoprire di non avere una visione, tantomeno comune”. A dirlo e’ Beppe Grillo, in un’intervista a Repubblica in cui osserva: “La specie che sopravvive, anche