Politica

Governo, terminata squadra riparte Parlamento: primi nodi per M5S-Pd

Completata la squadra di governo, con la nomina dei viceministri e sottosegretari, ora l’attivita’ dell’esecutivo puo’ entrare a regime e, di conseguenza, possono ripartire a pieno ritmo i lavori parlamentari. Martedi’ pomeriggio si riunira’ la conferenza dei capigruppo del Senato, per stilare il nuovo calendario dei lavori dell’Aula. Anche a Montecitorio e’ ripresa l’attivita’, ma

Pd, Boschi guida fronda renziana: fantasma scissione. Zingaretti: Basta tormentoni

Il dado del governo è tratto e in casa Pd sono state rispettate quasi tutte le aree interne. La maggioranza del partito fa il pieno, ma dalla partita non escono di certo a mani vuote nemmeno i renziani, che portano a casa 4 sottosegretari e un vice ministro, Anna Ascani, da giorni ‘blindata’ all’Istruzione per

Governo, sorprese ed esclusi eccellenti nella partita sottosegretari: ecco i nomi

La squadra di governo e’ finalmente al completo, cosi’ come aveva sollecitato anche ieri il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, niente affatto entusiasta della prospettiva di aprire la fase di bilancio con una squadra dimezzata. Di qui l’accelerazione, il lavoro notturno portato avanti soprattutto in casa M5s che ha permesso la fumata bianca di primo

Da Sace a Eni ed Enel: si apre la partita nomine

Parte la girandola delle nomine nelle partecipate pubbliche. Uno dei dossier economici più pesanti che il governo si troverà a gestire da qui alla prossima primavera sarà proprio quello del rinnovo dei vertici e dei membri dei consigli di amministrazione delle società in cui il ministero dell’Economia o la Cdp hanno una quota di maggioranza.

Governo: si accelera su sottosegretari per nomina in settimana

Chiudere in fretta, entro venerdì, la squadra dei sottosegretari. Per poter procedere subito a pieno regime con l’attività di governo e parlamentare. E’ l’obiettivo che spinge in queste ore ad accelerare le trattative tra M5s e Pd. Si vanno definendo alcune caselle, in una lista di una quarantina di nomi: all’Economia ad esempio sarebbero in

Governo, M5S-Pd: arriva il coordinamento “anti-conflitti”

Più che un matrimonio a due parte da una “liaison à trois” – premier, M5s e Pd – il governo per il quale Giuseppe Conte chiederà lunedì la fiducia alle Camere: ma l’obiettivo che si sono dichiarati i protagonisti – Zingaretti e Di Maio, oltre al premier – è di evitare quello che è avvenuto

Governo: Conte chiede fiducia per manovra equa e taglio cuneo

Sarà una manovra all’insegna dell’equità, oltre che della crescita, la prima legge di bilancio del governo M5s-Pd. Giuseppe Conte lo prometterà nel tratteggiare le linee di fondo nel discorso programmatico alle Camere con il quale chiederà la fiducia al suo nuovo governo. Parole chiave: sviluppo, investimenti, crescita. Nella consapevolezza che quest’anno, con la zavorra di

Governo: la lista dei ministri del Conte bis

Questi sono i ministri del Governo Conte bis: Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio è Riccardo Fraccaro Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede Ministro alla Difesa Lorenzo Guerini Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri Ministro per gli Affari Esteri Luigi Di Maio Ministero per lo Sviluppo economico Stefano Patuanelli Ministro per l’Agricoltura Teresa Bellanova Ministro per l’Ambiente Sergio Costa Ministro per gli Affari Regionali Francesco

Governo, disco verde Rousseau: è ancora rebus squadra

Rousseau ha dato il suo responso: si’ al governo Conte 2. Ma i protagonisti della trattativa sono ben lungi dallo sbrogliare il rebus delle nomine, come sembrano dimostrare i vertici fiume di queste ore. Un gioco di pesi e contrappesi in cui tenere in equilibrio la rappresentanza dei due grandi azionisti dell’esecutivo, oltre che delle

Governo,’Totoministri’: rebus vicepremier e le caselle ‘pesanti’

Uno, due o nessun vicepremier? Intorno a questa domanda sembra avvitarsi il governo ancora in gestazione. Perche’ la carica di secondo nel Conte 2 e’ ambita tanto da Luigi Di Maio quanto dal Pd che la reclama per se’ in virtu’ del fatto che i Cinque Stelle, proprio con Conte, hanno gia’ ottenuto di poter