Elezioni

Legge elettorale, Pd non cede su Mattarellum: si scoprono tutte le carte

Il Pd e’ per il Mattarellum. Questa era e questa resta la linea. Sta agli altri partiti, bersaniani in testa, che prima della scissione avevano condiviso questa decisione, scoprire le carte e dire chiaramente che non vogliono piu’ il Mattarellum. Nella convinzione renziana che, nel momento in cui bisognera’ esporsi pubblicamente ed ufficialmente, il Mattarellum

Legge elettorale, Antonio Misiani: “Basta con balletti su Mattarellum”

“La legge elettorale e’ cruciale per dare stabilita’ e governabilita’ al nostro Paese. Bene ha detto Andrea Orlando nella sua intervista a QN: e’ necessario mettere mano subito al sistema elettorale, chiudendo l’inutile balletto sul Mattarellum, su cui tutti – renziani compresi – sanno che in Parlamento non c’e’ alcuna possibilita’ di intesa. E’ ora

Legge elettorale, Andrea Orlando: “Si al premio di governabilità”

 “Non serve innamorarsi di una legge, bisogna farne una insieme. Il comune denominatore e’ il premio di governabilita’: si tratta solo di capire quale sia la soluzione che puo’ mettere insieme piu’ consensi in parlamento”. Lo afferma, in un’intervista a QN, il ministro della Giustizia e candidato alla segreteria Pd, Andrea Orlando, per il quale

Enrico Letta: “Si faccia la legge elettorale. No a capolista bloccati”

Con l’attuale sistema elettorale “politicamente l’Italia e’ ritornata instabile come era prima. Si usi questo anno che resta, Gentiloni aiuti il sistema ad andare verso i cambiamenti necessari: subito una legge elettorale per far si’ che nella prossima legislatura qualcuno possa governare, e allo stesso tempo che si eviti procedura d’infrazione”. Lo afferma a ‘diMartedi”

Elezioni ad Acerra: Paola Montesarchio ufficializza la sua candidatura a sindaco

“All’indomani dell’ufficializzazione della mia candidatura a Sindaco di Acerra, sento il dovere di chiarire le motivazioni che mi hanno convinta ad affrontare un impegno tanto difficile quanto entusiasmante e lo faccio incoraggiata da validi motivi”. Lo scrive in una nota stampa Paola Montesarchio, sottolineando le ragioni della sua discesa in campo con il sostegno del

Elezioni, sondaggio Ixe’: Pd in calo al 26,9%, sorpasso M5s al 27,1%

Continua a perdere voti il Pd, che in una settimana passa dal 28,1% al 26,9% e subisce il sorpasso del M5S (al 27,1%, nonostante la flessione dello 0,7%). E’ quanto emerge dalle intenzioni di voto dell’Istituto Ixe’ fatte per Agora’.  La Lega Nord scende al 12,8%, mentre Forza Italia si attesta al 12,7%. Prima rilevazione

Legge elettorale, testo Fi: capo coalizione scelto da elettori e premio a 40%. Spunta lodo “Brunetta-Occhiuto”

Capo della coalizione scelto dagli elettori, premio di maggioranza alla lista o alla coalizione che supera il 40% dei voti validi, per Camera e Senato. Soglia di sbarramento con il cosiddetto recupero del miglior perdente. Norme anti-brogli elettorali, come riportato dall’Adnkronos. Spunta lodo “Brunetta-Occhiuto” Queste le ultima novità della proposta di riforma elettorale che Forza

Legge elettorale, slitta approdo in Aula: Mazziotti scrive a Boldrini

Slitta l’approdo in aula alla Camera della legge elettorale, inizialmente programmato per il 27 febbraio. Il presidente della Commissione Affari costituzionali, Andrea Mazziotti, inviera’ infatti a breve una lettera alla presidente della Camera Laura Boldrini, per comunicare che la Commissione non terminera’ i propri lavori in tempo per quella data. Assai critico il capogruppo M5s

Legge elettorale, nuovo stop: a rischio approdo in Aula il 27 febbraio

 Sembra sempre piu’ a rischio l’approdo in Aula, per il 27 febbraio, della riforma della legge elettorale. La Commissione Affari Costituzionali che oggi doveva stabilire il programma dei lavori, ha infatti rinviato a giovedi’ la riunione dell’ufficio di presidenza che deve organizzare i tempi, tra le proteste di alcuni gruppi e soprattutto del M5s. “La

Legge elettorale, Nino Marotta: “Il sistema garantisca una maggioranza”

“L’esito del referendum del 4 dicembre ha confermato ‘un assetto costituzionale basato sulla parita’ di posizione e funzioni delle due Camere elettive’: questo e’ uno dei passaggi piu’ importanti della sentenza della Corte costituzionale sulla legge elettorale. La Consulta, dunque, ha ribadito ed esaltato il ruolo del Parlamento nella sua alta funzione legislativa. Non solo.