Cronaca

In Puglia trovato tritolo per uccidere procuratore Colangelo

Sarebbe stato utilizzato per ammazzare il procuratore di Napoli Giovanni Colangelo il tritolo sequestrato nel barese alcuni giorni fa. La notizia è stata rivelata agli inquirenti della Dda di Bari da un collaboratore di giustizia vicino alla Sacra Corona Unita ma originario del napoletano il quale, in cella, alla fine del 2015, sarebbe entrato in

Napoli, minacce al procuratore Colangelo: solidarietà dalle forze politiche

Da quanto si apprende dai quotidiani il procuratore Giovanni Colangelo è finito nel mirino del boss. Un collaboratore di giustizia della Sacra Corona Unita ha svelato un possibile piano per colpire il magistrato tanto che il sistema di sicurezza a protezione del capo dei pm partenopei è stato rafforzato e un’inchiesta è stata aperta a

Napoli, choc in Circumvesuviana: uomo travolto da treno in corsa

Choc in Circumvesuviana, stamattina a Napoli: un uomo, poco dopo la stazione di Barra, è stato travolto da un convoglio in transito. Molti treni sono ora accodati, in attesa del via libera. Sul posto sono giunti i soccorsi e gli agenti della Polizia di Stato. Sono numerosi i viaggiatori che hanno scelto di scendere dal

Estorsioni nel casertano, blitz dei carabinieri contro clan casalesi: 8 arresti

Dalle prime ore di stamane è in corso un’ operazione anti estorsione della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Nelle province di Caserta, Napoli, Latina, Parma e Sassari – i carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa –  stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli, nei confronti

Terrorismo, arrestato un foreign fighter: arruolava in Italia

Resta alta la vigilanza contro la minaccia del terrorismo internazionale. Un cittadino sloveno di 26 anni ritenuto un foreign fighter responsabile di arruolamento con finalità di terrorismo internazionale, oltre che di avere avviato un processo di radicalizzazione e di reclutamento di aspiranti jihadisti sul territorio nazionale italiano, è stato arrestato oggi. L’operazione è stata portata

Caivano, Parco Verde: Fortuna potrebbe non essere l’unica vittima

Nuovi scenari potrebbero arrivare da Caivano. L’inchiesta sulla pedofilia al Parco Verde non si ferma dopo l’arresto di Raimondo Caputo l’uomo finito in manette con l’accusa di avere ripetutamente violentato e poi ucciso la piccola Fortuna. L’avvocato Angelo Pisani, legale del padre e dei nonni della bimba di 6 anni volata dal sesto piano due

Milano, incinta di due gemelle muore: eseguita autopsia

E’ stata eseguita oggi l’autopsia sul cadavere di Claudia Bordoni, la donna di 36 anni morta lo scorso 28 aprile alla clinica Mangiagalli di Milano dove era ricoverata per complicazioni derivanti dalla gravidanza (portava in grembo due gemelle e i feti non sono sopravvissuti) scaturita da procreazione medica assistita effettuata al San Raffaele. A quanto

Caso Fortuna: linciaggio in carcere per la madre di Antonio

In carcere da poche ore, Marianna Fabozzi, ha rischiato il linciaggio da parte di alcune detenute. La donna accusata di complicità negli abusi sessuali del compagno ai danni della figlia minore, nonché madre di Antonio Giglio, il bimbo di 4 anni morto al Parco Verde di Caivano un anno prima della piccola Fortuna ma in

Agguato a Miano, ucciso Aniello Di Napoli

Con l’agguato mortale ad Aniello Di Napoli, esplode una vera emergenza camorra a Napoli. Un’escalation che sembra non tener conto delle camionette dell’Esercito sparse in città. L’omicidio di Di Napoli è il quarto in appena sei giorni, e segue quello di Daniele Stara il 20 Aprile a Piscinola e il duplice omicidio di via Fontanelle