Autunno Musicale 2019 della Nuova Orchestra Scarlatti: “Liturgia a Napoli a Napoli nel 600” domani 22 Novembre alla Chiesa di San Marcellino

L’Autunno musicale della Nuova Orchestra Scarlatti si sposta per il suo quarto appuntamento, venerdì 22 novembre 2019 alle ore 19.00, nella Chiesa dei SS. Marcellino e Festo (largo San Marcellino, 10), uno scrigno di splendori barocchi che sarà la cornice ideale per un evento di grande valore culturale e di forte fascino: la prima esecuzione moderna di una pagina di musica sacra napoletana del ‘600: la Messa a 5 voci, violini e organo di Antonio Nola, musicista attivo a Napoli nella seconda metà del XVII secolo con una copiosa produzione religiosa, legata in gran parte alla sede partenopea della Congregazione di San Filippo Neri, nella Chiesa dei Girolamini.

La riscoperta di questa Messa partenopea è merito del M.° Michele Gasbarro, appassionato e competente ricercatore di musica antica, che la proporrà al pubblico napoletano, in questa première,  alla testa dell’ensemble vocale e strumentale romano Festina Lente, di cui è  fondatore nonché direttore artistico e musicale: si tratta di un gruppo leader nella diffusione del repertorio della musica italiana rinascimentale e barocca, che vanta un’intensa attività sia in campo concertistico che discografico (ricca di prestigiosi riconoscimenti internazionali, quali lo ‘Choc’ della rivista Le Monde de la Musique e i ‘5 Diapason’ dell’omonimo magazine).

Tornando alla Messa di Antonio Nola, l’organico a 5 voci (invece delle canoniche 4) che si intreccia con l’accompagnamento strumentale, e  il gioco di alternanza tra ‘tutti’ e ‘soli’ che anima le varie parti (Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus, Agnus Dei) sono elementi che arricchiscono di effetti le molteplici prospettive sonore di questa bella pagina appena riscoperta: la Messa sarà inserita in una attenta ricostruzione di una liturgia della Napoli del ‘600, con l’interpolazione (secondo l’uso del tempo) di brani strumentali di alcuni trai più importanti compositori coevi di area partenopea, da Giovanni Salvatore a Giovanni Maria Trabaci, e la conclusione con un bellissimo Salve Regina di Cristoforo Caresana, portatore di fecondi influssi veneti e monteverdiani alle origini della scuola musicale partenopea: una preziosa rievocazione che echeggerà tra i capolavori di Belisario Corenzio e Massimo Stanzione, Vaccaro e Vanvitelli in un perfetto connubio tra musica e arte,  per un’occasione di ascolto unica.

 

Biglietto: € 10,00

 

Acquisto biglietti: presso i punti vendita ticketOnLine e su www.azzurroservice.net

e da un’ora prima dei concerti al botteghino di San Marcellino

I prossimi appuntamenti

Sabato 30 novembre (ore 19.00), un altro appuntamento di grande suggestione a San Marcellino, Sacre Passioni ‘Quadri viventi su musiche da Gesualdo al ‘900’, azione/concerto di tableaux vivants su musica dal vivo realizzati dalla N.O.S. con il gruppo Teatri 35; si torna nella Sala Scarlatti del Conservatorio domenica 8 dicembre (ore 19.00) con ContemporaNea, un appuntamento tutto da scoprire con nuove pagine di compositori partenopei tra i più significativi e comunicativi dell’odierna scena musicale, Gaetano Panariello, Patrizio Marrone, il giovane Salvatore Della Vecchia, e altro ancora.

Non mancano anche quest’anno gli appuntamenti dedicati ai giovani delle scuole (ma non solo) a San Marcellino (19 e 20 novembre) e al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare (26 novembre), nonché presso i Musei Scientifici dell’Università Federico II dal 2 al 5 dicembre.

Per gli appuntamenti in Italia e all’estero della Nuova Orchestra Scarlatti, segnaliamo quello tenutosi il 14 novembre a Milano presso la Sala Puccini del Conservatorio ‘G. Verdi’, mentre per il 29 novembre è in programma a Roma l’evento Sacre Passioni nell’ambito del ‘Roma Festival Barocco’; poi l’11 dicembre a Copenaghen e il 13 dicembre a Stoccolma, con il gruppo Teatri 35, per l’Azione/Concerto Caravaggio e i Caravaggeschi.

E, per finire, il nuovo anno esordirà con il consueto e atteso appuntamento napoletano del Concerto di Capodanno della Nuova Orchestra Scarlatti (1 gennaio 2020, Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, ore 19.30); accanto all’Orchestra la voce di Naomi Rivieccio, giovane artista già nota al grande pubblico che spazia dal classico al pop.