Consultazioni, il pallottoliere della crisi: voto o nuovo governo? Ecco i numeri

Il presidente Mattarella sta ascoltando i partiti per registrare le loro intenzioni, con atteggiamento definito al Colle notarile. Un pallottoliere virtuale sara’ dunque sulla scrivania del capo dello Stato per avere il polso della situazione e capire se la maggioranza dei parlamentari, rappresentati dai gruppi alle consultazioni, e’ a favore del voto anticipato o del tentativo di dar vita a un nuovo governo. Se si confermassero gli assetti annunciati oggi (con il si’ a un governo di M5s, Pd, Leu e gruppi Misti) al Senato ci sarebbero 171 voti senza contare i senatori a vita e alla Camera si partirebbe da 341 voti. Ma le difficolta’ sono ancora tante, l’intesa sembra in alto mare e il presidente Mattarella intende procedere senza anticipare i tempi. Ecco, passo passo, a che punto siamo al termine della prima giornata di consultazioni.

CAMERA – Gruppi a favore del voto Noi con Italia 4 – Gruppi a favore del tentativo di nuovo governo Leu 14 +Europa 3 Civica e popolare 4 Minoranze linguistiche 4 Maie 3

SENATO – Gruppi a favore del voto Gruppo Misto 1-2 – Gruppi a favore del tentativo di nuovo governo Autonomie: 6 senatori oltre ai senatori a vita Cattaneo e Napolitano e a due altri senatori a vita non iscritti (Renzo Piano e Carlo Rubbia) Misto: 11-12 senatori, oltre ai senatori a vita Liliana Segre e Mario Monti.