Napoli, 440 anni fa la nascita dell’augustissima Arciconfraternita dei Pellegnini: il 31 maggio la cerimonia conclusiva con Galgano, Sepe, Costa e Casavola

Si conclude un anno di eccezionale impegno per l’Augustissima Arciconfraternita ed Ospedali della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti. Una storia di oltre 4 secoli, 440 anni di attività percorsi nel rispetto del principio di solidarietà, sostegno e assistenza per coloro che ne hanno più bisogno.

Per l’occasione l’Arciconfraternita ha promosso nell’ultimo anno un calendario di incontri culturali dedicati a temi etici e sociali di grande attualità.  Nel corso della cerimonia conclusiva, in programma venerdì 31 maggio alle ore 17,30, presso la chiesa della SS. Trinità di Via Portamedina, 41, si svolgera’ un confronto pubblico dal titolo “Verso la carità politica, la solidarietà nel tempo di Papa Francesco”.

L’incontro, moderato dal giornalista Massimo Milone direttore di Rai Vaticano, sarà introdotto dal Primicerio dell’Arciconfraternita Vincenzo Galgano, già Procuratore Generale della Repubblica di Napoli e sarà presieduto da S. Em.za Rev.ma Cardinale Crescenzio Sepe Arcivescovo Metropolita di Napoli. Interverranno, tra gli altri, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il Presidente emerito della Corte Costituzionale Francesco Paolo Casavola.

Nel corso della cerimonia si terrà anche la consegna del ” Premio della Solidarietà 2019″ un riconoscimento assegnato a tre personalità che si sono distinte per aver messo in pratica il comandamento dell’amore verso il prossimo. L’iniziativa si concluderà con il concerto dell’orchestra Scarlatti Junior diretta dal maestro Gaetano Russo.

 

“La cerimonia conclusiva delle iniziative per i 440 anni di attivita’ dell’ Arciconfraternita e’ un momento di grande valenza storica – ha dichiarato il primicerio Vincenzo Galgano alla guida della Arciconfraternita dal 2014 – in linea con una solidarieta’ inaugurata nel 1574   e con il proposito del duca Fabrizio Pignatelli che dispose  la realizzazione di un’ opera di carita’ con la costruzione della chiesa e poi successivamente di un Ospedale per l’Albergo dei Pellegrini da edificarsi su un suo terreno denominato Pignasecca. Un impegno morale che il duca tramanda e che si concretizza il 15 Agosto 1579, quando l’Arciconfraternita, costituita ad opera di 6 artigiani, apre le porte all’ ospitalita’”

L’ Arciconfraternita oggi è una realtà consolidata sul territorio regionale e nazionale. Conta oltre 700 aderenti, confratelli, gestisce il poliambulatorio specialistico “Bernardo Giovino” al centro storico di Napoli, dove sono erogate visite specialistiche ed attività ambulatoriali a costi popolari o effettuate gratuitamente per chi non ha disponibilità economica.Ma l’impegno e le attività sono presenti anche nel settore sociale, educativo e a favore della legalità. Infatti,  per i minori a rischio del quartiere di MonteSanto, l’ Arciconfraternita dei Pellegrini ha attivato un centro socio educativo intitolato “Fabrizio Pignatelli” aperto tutti i pomeriggi e frequentato regolarmente da circa 70 minori in età scolare. Corsi gratuiti di canto e musica, dedicati ai bambini e giovani del centro di Napoli, completano la proposta educativa.