Settimana politica: manovra in Aula e sabato Lega in piazza

La prima manovra del governo M5s-Lega affronta la prova dell’Aula, anche se l’esecutivo e’ gia’ pronto, come preannunciato in conferenza dei capigruppo, a porre la questione di fiducia sulla legge di Bilancio. L’esame da parte dell’Assemblea di Montecitorio iniziera’ non prima di mercoledi’, dopo che il governo ha fatto slittare la presentazione degli emendamenti, e da calendario impegnera’ i deputati per tutta la settimana. Ma, appunto, e’ quasi scontato che il governo dopo la discussione generale, porra’ la fiducia. Nel frattempo proseguira’ il dialogo tra governo e commissione Ue per evitare l’avvio della procedura di infrazione nei confronti dell’Italia. Dopo il via libera al decreto fiscale, l’Aula di palazzo Madama, da mercoledi’ 5 dicembre, dovra’ invece esaminare il ddl Concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni, provvedimento collegato alla manovra. Sul fronte piu’ prettamente politico, e’ da segnalare l’appuntamento che si svolgera’ sabato 8 dicembre a Roma, con la manifestazione promossa da Matteo Salvini per il lancio della campagna in vista delle elezioni europee del 2019. Sabato la Lega torna in piazza e sceglie una location simbolica, piazza del Popolo, per rispolverare anche l’anima ‘movimentista’ del partito, oltre a quella di governo. Proprio a piazza del Popolo, infatti, nel febbraio del 2015, Salvini chiamo’ a raccolta la sua gente per imprimere plasticamente alla Lega la svolta da partito territoriale a partito nazionale. Quella di piazza del Popolo fu infatti la prima vera manifestazione nazionale della Lega. E sabato, a quasi 5 anni di distanza, Salvini torna li’, per la prima manifestazione da quando e’ al governo, dopo il rituale raduno di Pontida. Sotto lo slogan “Prima gli italiani, dalle parole ai fatti”, l’appuntamento sara’ l’occasione per lanciare la campagna elettorale in vista delle europee, ma anche e soprattutto per rivendicare quanto sta facendo la Lega al governo, a partire dall’approvazione del decreto Sicurezza, con la stretta delle nuove norme in materia di immigrazione, e le misure che saranno contenute nella manovra, prima fra tutte ‘Quota 100′. E’ gia’ partito da giorni il count down: su Twitter il titolare del Viminale segna il tempo che manca alla manifestazione, accompagnando la ‘clessidra’ con la frase “Ci riabbracceremo nella piazza dei sorrisi e del futuro”. Sul fronte opposto, prosegue la campagna congressuale del Pd, in vista delle primarie del 3 marzo.