Digitale: nasce centro ricerche per collegare scuola e lavoro

Inaugurato a a Roma il Centro di ricerca Dites (Digital technologies, education and society), progetto nato dalla collaborazione dell’associazione Italian digital revolution (Aidr) con la Link Campus University. Al taglio del nastro, oltre al presidente Mauro Nicastri dell’Agenzia per l’Italia digitale e al Presidente della Link campus University, Vincenzo Scotti, anche il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, il viceministro Lorenzo Fioramonti, il sottosegretario con delega all’Informazione e all’Editoria, Vito Crimi, il sottosegretario con delega alla P.a., Mattia Fantinati. Il centro di ricerca Dites nasce con l’obiettivo di creare un link tra scuola, lavoro, territorio, accademia e comunicazione digitale, al fine di porsi come agente di cambiamento e di innovazione culturale. Nel corso della cerimonia e’ stato conferito il riconoscimento “Digital News” a giornalisti e comunicatori che si distinguono per creativita’ e innovazione nei contenuti digitali. I premi sono andati a Manuela Conte, capo ufficio stampa della Rappresentanza della Commissione europea in Italia; Ida Molaro, giornalista Mediaset; Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2; Paola Ferrari, giornalista Rai e conduttrice di 90 minuto; Raffaele Barberio, direttore di Key4Biz; Nicola Cerbino, responsabile ufficio stampa e comunicazione presso l’Universita’ Cattolica di Roma e la Fondazione Policlinico A. Gemelli IRCCS; Piero Schiavazzi, giornalista vaticanista e analista dell’edizione italiana dell’Huffington Post; Laura Chimenti, giornalista del Tg1; Giampaolo Rossi, membro del cda della Rai; Luciano Ghelfi, giornalista del Tg2; Pierpaolo Cito, responsabile Magazine Poste News.