Pressing Giorgetti: serve riforma giustizia sportiva

Nell’incontro di questa mattina a palazzo Chigi tra il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giorgetti, il numero uno del Coni, Malago’, e il nuovo presidente della Figc, Gravina si e’ parlato soprattutto della necessita’ di portare avanti una riforma della giustizia sportiva. O vi autoregolamentate o interviene il governo, il ragionamento del numero due della Lega. Al Senato e’ pronto un pacchetto di misure con l’obiettivo di riformare la giustizia sportiva ma l’ultimatum lanciato da Giorgetti e’ comunque stato considerato un buon segnale da Malago’. “Noi – ha spiegato – siamo gia’ pronti: penso che a breve da parte sua ci saranno notizie importanti”. C’e’ un altro tema che sarebbe stato affrontato nella riunione. Ovvero quello dei fondi da destinare alla Figc da parte del Coni. Il calcio italiano ha gia’ pagato per la mancata qualificazione alla Coppa del Mondo, ottenendo 30 milioni (cioe’ 2,6 milioni in meno rispetto al 2017, pari al -7,8%). L’ipotesi sarebbe quella di decurtare ancor di piu’ le risorse. Ovvero di passare da 30 a 20 milioni.

 

 

Fonte foto: Sole24ore