Papa in Lettonia: la vita abbia il primato sull’economia

Oggi “ci recheremo al Monumento alla Libertà, dove saranno presenti bambini, giovani e famiglie. Essi ci ricordano che la ‘maternità’ della Lettonia – analogia suggerita dal motto di questo viaggio (Mostrati Madre per tutti) – trova eco nella capacità di promuovere strategie che siano veramente efficaci e focalizzate sui volti concreti di queste famiglie, di questi anziani, bambini e giovani, più che sul primato dell’economia sopra la vita”. Così il Papa nel discorso alle autorità della Lettonia a Riga. Atterrato questa mattina alle 8.30 a Riga, dopo la cerimonia di benvenuto all’aeroporto internazionale, il Papa si è diretto al Palazzo Presidenziale, dove è stato accolto dal presidente lettone Raimonds Vjonis, con un quale ha avuto un colloquio privato prima dell’incontro con le autorità civili del paese. “La ‘maternità’ della Lettonia – spiega il Pontefice -si manifesta anche nella capacità di creare opportunità di lavoro, in modo che nessuno debba sradicarsi per costruire il proprio futuro. L’indice di sviluppo umano si misura anche dalla capacità di crescere e moltiplicarsi”.  “Lo sviluppo delle comunità – aggiunge Francesco – non si attua e nemmeno si misura unicamente per la capacità di beni e risorse che si possiedono, ma per il desiderio che si ha di generare vita e creare futuro. Questo è possibile solo nella misura in cui ci sono radicamento nel passato, creatività nel presente e fiducia e speranza nel domani. E si misura dalla capacità di spendersi e di scommettere così come le generazioni passate ci hanno saputo testimoniare”.