Sardegna, elezioni amministrative: 43 Comuni chiamati al voto

 Sono 43 le amministrazioni comunali della Sardegna che saranno rinnovate il 10 giugno prossimo, come stabilito dalla Giunta regionale per l’election day delle comunali .

Due i comuni con oltre 15mila abitanti per i quali è previsto il ballottaggio in caso di non elezione al primo turno: sono Assemini, 26.620 abitanti, nell’Area metropolitana di Cagliari amministrata da Mario Puddu (M5S) e Iglesias, 26,674 abitanti, città mineraria della Provincia Sud Sardegna, amministrata da Emilio Agostino Gariazzo (Civica -Cs). Nell’area metropolitana di Cagliari sono chiamati al voto i cittadini di tre comuni: Assemini, Decimomannu e Maracalagonis.

Nella Provincia Sud Sardegna sono 11 i comuni al rinnovo del Consiglio comunale: Iglesias, Collinas, Donori, Fluminimaggiore, Furtei, Gesturi, Ortacesus, Senorbì, Seui, Teulada e Villaspeciosa. In Provincia di Sassari sono 7 i comuni chiamati al voto: Aglientu,Budoni, Cheremule, Chiaramonti, Palau, Putifigari e Sedini. (segue)

In provincia di Nuoro 10 i comuni in scadenza: Austis, Galtellì, Irgoli, Jerzu, Macomer, Meana Sardo, Oliena, Ortueri, Sarule e Sindia. Dodici i comuni della Provincia di Oristano: Ales, Boroneddu, Cabras, Magomadas, Modolo, Narbolia, Nughedu Santa Vittoria, Pompu, Riola Sardo, Simala, Soddì e Villa Verde.

Tra questi alcuni dei comuni più piccoli della Sardegna: Soddì, 115 abitanti, Boroneddu, 151 e Modolo,171. Quest’ultimo comune è amministrato da Omar Aly Kamel Hassan, 39 anni nato da padre egiziano e madre sarda, alla guida del piccolo paesino dell’oristanese per due mandati.