Elezioni comunali, 766 comuni al voto di cui 17 costituiti nel 2018: ecco elenco

Dopo le politiche del 4 marzo, l’Italia tornerà alle urne per l’elezione del sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale in alcune importanti città. Saranno chiamati ad esprimere il loro voto gli elettori di 766 comuni, di cui 596 appartenenti a regioni ordinarie e 202 a regioni a statuto speciale.

Si vota il 10 giugno e l’eventuale ballottaggio il 24.

Si voterà in ventuno comuni capoluogo di provincia (Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Brindisi, Catania, Imperia, Massa, Messina, Pisa, Ragusa, Siena, Siracusa, Sondrio, Teramo, Terni, Trapani, Treviso, Udine, Vicenza e Viterbo), di cui uno è anche capoluogo di regione (Ancona). Le città che superano i 100.000 abitanti sono: Ancona, Brescia, Catania, Messina, Siracusa, Terni e Vicenza. Per la prima volta alla prova delle urne anche diciassette nuovi comuni istituiti nel 2018 da fusione amministrativa. Il comune più piccolo è Castelmagno, in provincia di Cuneo: appena 62 abitanti secondo i dati Istat aggiornati al 31 dicembre 2016.

Certe le date delle elezioni comunali nel Friuli Venezia Giulia, dove si voterà esattamente tra un mese, il 29 aprile, in concomitanza con le elezioni regionali. Si vota il 20 maggio in un comune della Valle d’Aosta, anche qui in concomitanza con le regionali, mentre nei due comuni del Trentino-Alto Adige si andrà alle urne il 27 maggio.

CAMPANIA: ECCO ELENCO COMUNI CHIAMATI AL VOTO