Papa Francesco: ‘Non è peccato litigare ma portare rancore”

“Non e’ peccato litigare. Peccato e’ il rancore, il risentimento che ti lascia dentro il cuore l’aver litigato, ma litigare e’ dire le cose come uno le pensa, respirare l’aria della liberta’ come fratelli”. Cosi’ Papa Francesco ricevendo questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico, i partecipanti al XXXVII Capitolo Generale della Congregazione delle Sacre Stimmate di Nostro Signore Gesu’ Cristo (Stimmatini). Il Pontefice ha pronunciato un discorso a braccio, mentre ai presenti ha consegnato il discorso preparato per la circostanza. Il Pontefice ha quindi esortato gli Stimmatini: “Non abbiate paura. Senza offendere, ma dire le cose come sono”. E poi, ha aggiunto, “avere il coraggio di parlare come il Vangelo ci insegna: se tu hai qualcosa con il fratello, o sai che lui ha qualcosa contro di te, parlagli. Parlagli in disparte. E poi, se la cosa non va, parla in comunita’, ma parla. Non ingoiare quello che e’ indigeribile, questi problemi non si digeriscono”.